Vai al contenuto
Home » Bellezza » Cura della Pelle

Reazione allergica crema viso: cosa fare, come riconoscerla, come evitarla

pelle del viso e rosa

Hai mai avuto una reazione allergica alla crema viso o a un altro prodotto cosmetico?

In questo articolo ti spiegherò come riconoscere queste manifestazioni, come evitarle, e soprattutto cosa fare in caso di reazione allergica alla crema viso.

Continua a leggere per saperne di più.

Quali prodotti creano irritazioni o allergie?

Tutti i prodotti di bellezza potrebbero potenzialmente creare una reazione allergica: detergenti, esfolianti, creme viso, sieri (a proposito: qui trovi i miei preferiti, tra cui molti ipoallergenici e/o adatti alla pelle sensibile), creme solari.

Reazione allergica o dermatite? Ecco come distinguerle

Le dermatiti da contatto con i cosmetici sono estremamente diffuse: pare che il 10% della popolazione manifesti effetti collaterali, ipersensibilità, irritazioni o reazioni allergiche all'applicazione di creme, sieri e altri prodotti [1].

Sintomi delle dermatiti da contatto

dottore in studio

I sintomi che si manifestano quando la pelle reagisce male all'applicazione di un cosmetico sono:

  • arrossamento,
  • gonfiore,
  • prurito,
  • desquamazione,
  • comparsa di brufoletti,
  • bolle,
  • vesciche.

Gli stessi sintomi accomunano due situazioni diverse: la dermatite irritativa da contatto e l'allergia vera e propria. Ti spiego cosa sono e come distinguerle.

Dermatite irritativa da contatto: cos'è

La dermatite irritativa è un'infiammazione della pelle che si presenta anche poche ore dopo la prima applicazione di una crema viso.

Può avere durata e intensità variabili a seconda del fattore scatenante, dal tempo di utilizzo del prodotto e del livello di sensibilità della tua pelle.

Questo tipo di reazione è caratteristico delle pelli sensibili o con patologie come la rosacea o l'acne.

Pare che circa l'80% delle dermatiti indotte dai cosmetici sia di questo tipo.

Dermatite allergica da contatto: cos'è

La reazione allergica vera e propria, invece, coinvolge il sistema immunitario.

Si presenta tra le 12 e le 48 ore dopo l'utilizzo del prodotto incriminato e persiste per diversi giorni con la sintomatologia già descritta (gonfiore, prurito, bolle, arrossamento).

Solitamente può svilupparsi dal secondo contatto con una crema che contiene un allergene, mentre a volte richiede mesi o anni: questo significa che, se hai utilizzato la stessa crema per mesi e all'improvviso noti una reazione avversa, potresti aver sviluppato un'allergia a quel prodotto.

Come si distinguono?

irritazione cutanea di una ragazza

Dato che i sintomi sono gli stessi, a distinguere l'irritazione dall'allergia sono essenzialmente le tempistiche: l'irritazione di solito appare già dopo la prima applicazione, si manifesta velocemente e caratterizza soprattutto (ma non solo) le pelli sensibili, mentre l'allergia può presentarsi in qualunque momento (anche dopo anni), si manifesta dopo alcune ore e può svilupparsi in chiunque.

Per essere certa di avere un'allergia, ti consiglio di rivolgerti a un dermatologo e/o a un allergologo, in modo da effettuare dei patch test specifici e capire qual è l'ingrediente che ti ha creato problemi.

Rimedi reazione allergica crema viso: cosa fare

La prima cosa da fare in caso di dermatite da contatto, qualunque ne sia la causa, è sospendere immediatamente l'uso della crema che l'ha causata.

Il mio consiglio è di sospendere anche l'uso di altri cosmetici, e ti spiego perché. Se non sai di preciso qual è l'ingrediente che ha causato la reazione avversa, non puoi essere certa che esso non sia presente anche in altri cosmetici che utilizzi: quindi potresti accidentalmente continuare ad applicarlo sulla tua pelle peggiorando l'irritazione.

Ricorda che la dermatite non è necessariamente causata dal prodotto più nuovo che hai applicato, ma potrebbe essere anche la manifestazione di un'allergia a una crema che usi da anni e che si è appena sviluppata: ecco perché è importante smettere di utilizzare tutti i prodotti che applichi sul viso.

In caso l'irritazione non vada via entro pochi giorni o se essa è molto estesa, gonfia, dolorosa e/o presenta delle lesioni, ti consiglio di rivolgerti al medico: ti prescriverà sicuramente una crema a base di steroidi, come l'idrocortisone, che ti aiuteranno a combattere prurito, arrossamento e gonfiore, e probabilmente ti consiglierà quali test effettuare per capire se si tratta di una reazione allergica alla crema viso o di una semplice irritazione, e a quale sostanza va imputata. In caso si formino lesioni, il medico potrebbe anche prescriverti un antibiotico per evitare potenziali infezioni.

Come evitare una reazione allergica alla crema viso

mettere la crema sul volto

Fattori che predispongono all'allergia

Le reazioni allergiche alla crema viso sono più probabili se:

  • applichi un prodotto aggressivo con frequenza molto elevata;
  • usi i cosmetici sulla pelle sensibile, infiammata, irritata, ustionata;
  • ti esponi al sole subito dopo l'applicazione di un cosmetico;
  • la crema che usi contiene alcuni ingredienti che causano frequentemente irritazioni e reazioni allergiche – e nel prossimo paragrafo ti spiegherò quali sono.

Ingredienti allergeni / irritanti

Partiamo dal presupposto che qualsiasi ingrediente potrebbe creare una reazione allergica [2]: esistono persone che hanno avuto reazioni avverse a causa delle vitamine o addirittura dell'acqua contenuta in un cosmetico!

Non voglio spaventarti: sto solo sottolineando il fatto che ognuno di noi è unico e può essere irritato o infastidito da sostanze che per qualcun altro sono innocue.

Comunque, se hai la pelle sensibile e sai di essere predisposta a sviluppare una dermatite, ci sono alcuni ingredienti che tendono a sensibilizzare più di altri e che dovresti evitare:

  • profumi e fragranze, sia naturali che sintetici;
  • conservanti come parabeni e formaldeide;
  • nickel;
  • alcuni filtri solari;
  • benzene e derivati del petrolio.

Tra gli ingredienti che invece possono irritare la pelle, troviamo:

  • gli esfolianti chimici come gli acidi AHA e BHA: acido glicolico, lattico, salicico, malico, citrico…
  • in alcuni casi, il retinolo;
  • la capsaicina, derivata dal peperoncino;
  • alcuni oli vegetali;
  • solfati.

Lista completa degli allergeni

Nickel, Gold, Octocrylene, 2-Ethylhexyl-4-methoxycinnamate, Isoamyl-p-methoxycinnamate, 2-hydroxy-4-methoxybenzophenone (benzophenone-3), Amidoamine, Benzalkonium chloride, Benzyl alcohol, Cetyl stearyl alcohol, Chlorhexidine digluconate, 4-Chloro-3-cresol (PCMC), Chloroxylenol (PCMX), Cocamidopropyl betaine, Cocamide DEA, Colophony, Compositae mix II, Decyl glucoside 5%, 3-(Dimethylamino) propylamine (DMAPA), 2,6-Ditert-butyl-4-cresol (BHT), DL-Alpha Tocopherol, Lanolin alcohol (Amerchol 101), Oleamidopropyl dimethylamine, Phenoxyethanol, p-Phenylenediamine, Propolis 10%, Propylene glycol, Sesquiterpene lactone, Bronopol (2-bromo-2-nitropropane-1,3-diol), 5-bromo-5-nitro-1,3-dioxane, DMDM hydantoin (1,3-dimethylol-5,5-dimethylhydantoin), Imidazolidinyl urea, Diazolidinyl urea, Formaldehyde, Sodium hydroxymethylglycinate, Quaternium-15 (Dowicil 200; N-(3-chloroallyl) hexaminium chloride), methylparaben, ethylparaben, propylparaben, butylparaben, thimerosal, Methylchloroisothiazolinone / methylisothiazolinone, Methyldibromo glutaronitrile e phenoxyethanol (vietato in UE), Sorbitan sesquioleate, Alpha-Isomethyl ionone, Amyl cinnamal, Amylcinnamyl alcohol, Anise alcohol, Benzyl alcohol, Benzyl benzoate, Benzyl cinnamate, Balsamo del Perù, Balsamo di Tolu, Copahu, Benzyl salicylate, Propoli, Butylphenyl methylpropional, Cinnamal, Cinnamyl alcohol, Citral, Citronellol, Coumarin, Eugenol, Farnesol, Geranio, Hexyl cinnamal, Hydroxycitronnellal, Hydroxyisohexyl 3-cyclohexene carboxaldehyde, Isoeugenol, Limonene, Linalool, Methyl 2-octynoate, Evernia prunastri (Oak moss), Evernia furfuracea (Tree Moss), Cananga Odorata and Ylang-Ylang Oil, Eugenia Caryophyllus Leaf / Flower Oil, Evernia Furfuracea Extract, Evernia Prunastri Extract, Jasminum Grandiflorum / Officinale, Myroxylon Pereirae, Santalum Album, Turpentine (Oil), Capsaicin, Sodium Lauryl Sulfate, Glycolic Acid, Malic Acid, Tartaric Acid, Lactic Acid, Citric Acid, Salicylic Acid, Gluconolactone, Lactobionic Acid.

Test della crema

mettere crema su mano

Se hai la pelle sensibile, ti consiglio di effettuare un piccolo test prima di utilizzare un nuovo prodotto: basta applicarne un po' su una piccola porzione di pelle nascosta (ad esempio nell'incavo del braccio).

Se noti che il prodotto ti crea irritazione dopo qualche ora, evita di applicarlo su tutta la pelle del viso.

Quali cosmetici scegliere

Se hai già avuto reazioni allergiche o irritazioni legate ai cosmetici e se hai la pelle delicata, prima di provarne uno nuovo, controlla che sia ipoallergenico, nickel-tested, non comedogenico, testato dermatologicamente e, se hai gli occhi sensibili, anche oftamologicamente (i profumi infatti possono irritare anche gli occhi).

Preferisci prodotti bio, privi di parabeni, petrolati, siliconi, fragranze, alfa-idrossiacidi e beta-idrossiacidi.

Tra le migliori creme antirughe che ti propongo nella mia classifica, ce ne sono diverse ipoallergeniche e adatte alla pelle sensibili: dai un'occhiata per capire qual è quella più adatta a te. Lo stesso vale per le migliori creme 50-60 anni (che trovi qui).

E, ovviamente, se hai già avutleo reazioni avverse in passato, ti consiglio di effettuare un patch test per scoprire quali sono le sostanze che ti creano problemi e scegliere di conseguenza i prodotti che ne sono privi.

Referenze

  1. Allergy to selected cosmetic ingredients;
  2. Contact-Allergic Reactions to Cosmetics.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

nv-author-image

Emanuela Testa

Da sempre appassionata di benessere, nutrizione, sport e salute a 360 gradi. Subito dopo aver conseguito la laurea ho iniziato il mio lavoro di divulgazione scientifica nella redazione di questo blog. Il mio obiettivo è quello di aiutare le persone a vivere una vita sana, attiva e consapevole. Le informazioni riportate in questo portale sono tratte da fonti scientifiche selezionate, affidabili e sempre aggiornate. Chi siamo »