DieteSalute

Life 120: cosa mangiare? Tutte le informazioni di cui hai bisogno!

Chiedersi cosa mangiare in Life 120 è una domanda assolutamente riduttiva, continuando a leggere questo articolo capirai il motivo.

Il Life 120 è uno stile di vita che si articola in tre punti fondamentali

Lo stile Life120 è la sintesi di accurati e approfonditi studi e ricerche del giornalista Adriano Panzironi.

Studi e ricerche sui primi uomini che abitarono e si evolsero sul pianeta Terra, sui meccanismi del nostro corpo, sulle cause biochimiche delle odierne malattie, sulle integrazioni ad oggi necessarie al nostro corpo. 

Il frutto di questo enorme lavoro di indagine e di documentazione è il libro di Panzironi “Vivere 120 anni – Le verità che nessuno vuole raccontarti”. Il libro è scritto in modo chiaro, scorrevole, alla portata di tutti. La promessa dello stesso titolo è piacevolmente e sorprendentemente soddisfatta. Le domande su varie questioni, per esempio quelle relative all’alimentazione e in particolare quelle relative alle malattie dei nostri tempi, sono appagate al di là di ogni previsione.

Puoi acquistare facilmente online il libro su Amazon cliccando qui di seguito:

Offerta
Vivere 120 anni. Le verità che nessuno vuole raccontarti
  • Adriano Panzironi
  • Editore: Welcome Time Elevator

L’adozione dello stile Life120 raccoglie da anni innumerevoli e documentati successi. Numerose sono le testimonianze di persone che, seguendo lo stile Life120, sono riuscite a fronteggiare i loro problemi di salute. 

La diffusione e il successo dello stile Life120 non poteva non sollevare, da più fronti, molti e pesanti attacchi a Panzironi. Tuttavia, Panzironi, forte dei positivi risultati ottenuti, non si è lasciato abbattere e ha continuato ad operare con rigore, sensibilità e tenacia.

Tali e tanti sono stati questi attacchi, che Adriano Panzironi ha voluto pubblicare le fonti dei suoi studi e delle sue ricerche, le basi scientifiche del lavoro descritto in “Vivere 120 anni”, così da rendere trasparenti e inattaccabili le verità descritte nel libro. Ha replicato perciò la passata fatica, scrivendo il libro “Vivere 120 anni. Le ricerche. Ricerche e studi scientifici che confermano le verità del libro”. Questo secondo libro è l’esito di un enorme sforzo di sistematizzazione, traduzione, organizzazione di testi e documenti originali sui quali poggiano i contenuti del libro precedente.

Anche questo libro è acquistabile su Amazon da qui:

Offerta

Tornando ai primi uomini sulla Terra, essi erano cacciatori/raccoglitori, mangiavano solo ciò che riuscivano a procacciarsi e dunque carne, verdure, frutti selvatici, acqua. Cibo primordiale di sicura ottima qualità e vitali proprietà, tanto più se paragonato al cibo attuale, per molte ragioni assai povero di nutrienti. Quei nostri antenati si muovevano costantemente alla ricerca di cibo e di rifugi sicuri e godevano di ottima salute, come i loro resti fossili ci raccontano. La loro vita era solo minacciata da bestie o da calamità naturali.

Successivamente, l’avvento dell’agricoltura prima, e dell’industrializzazione poi, ha portato ad includere nell’alimentazione umana anche cereali, legumi ed ortaggi amidacei, più economici e molto gradevoli e appaganti al palato. Tuttavia il cambio di alimentazione ha portato l’avvento di una vasta gamma di malattie degenerative che ancora oggi ci affliggono.

Perché allora lo stile Life120 ? 

Lo stile Life120 vuole essere un ritorno alle modalità di vita passata con gli aggiustamenti richiesti dai nostri tempi, e soprattutto vuole proporsi come un auspicio ad una vita più sana, quanto più possibile lontana da malattie degenerative.

Scopri anche tu il miglior integratore 100% naturale per perdere peso!

Cosa mangiare per Pranzo / Cena in Life 120?

life 120 dieta

Arrivati a questo punto è d’obbligo la domanda: quali cibi scegliere, in quali combinazioni, in quali momenti della giornata ?

I pasti previsti sono tre, gli spuntini non dovrebbero essere necessari se l’alimentazione è corretta. Qualora si sentisse il bisogno di spuntini, occorre fare attenzione ad integrare opportunamente, la volta successiva, il pasto precedente. A pranzo e a cena si consumano gli stessi tipi di alimenti.

Alimenti Concessi

Gli alimenti consentiti sono:

  • carne,
  • pesce,
  • uova,
  • molta verdura,
  • poca frutta,
  • grassi “buoni” come: olio evo, olio di cocco, burro chiarificato, avocado.

Latte e latticini sono esclusi con qualche eccezione. Sono permessi ma, con parsimonia, e in rare occasioni: ricotta di solo siero di latte, senza aggiunta di latte o crema di latte, formaggi stagionati da almeno 24 mesi. 

Si può consumare con moderazione frutta secca e solo se non ci sono particolari problemi di salute, perché la frutta secca può essere infiammante. Prediligere noci, anacardi, noci di macadamia, generalmente più tollerati.

E da bere? L’acqua di rubinetto, se è buona, o l’acqua minerale naturale o effervescente naturale, pochi caffè e tè in quanto eccitanti, al più due bicchieri di vino rosso al giorno, tisane a piacere. 

Non dolcificare le bevande. Se non si riesce a fare a meno di un gusto dolce, dolcificare con il fruttosio.  

Alimenti NON Consentiti

Sono assolutamente banditi i cereali di qualunque tipo, con o senza glutine, e dunque un no categorico a pasta, pane, riso, mais, pizza. Chi ha difficoltà a rinunciare ad un piatto di pasta, può provare a consumare pasta Konjac, ovvero pasta realizzata con la radice della pianta Konjac coltivata in Asia.

La pasta Konjac ha una quantità trascurabile di carboidrati, pochissime calorie, induce sazietà e, almeno nei primi tempi, può aiutare il cambio di alimentazione. Il sapore di riso o spaghetti konjac non è quello della pasta tradizionale, però un buon condimento sa renderli gustosi.  

Sono esclusi anche i legumi di ogni genere, tra cui le arachidi, i grassi idrogenati come la margarina vegetale, lo zucchero e, in generale, tutti i cibi con un alto contenuto di amidi e zuccheri. Sono perciò da eliminare le patate, le castagne, i dolci realizzati con farine di cereali e zucchero.

… E come soddisfare la voglia di qualcosa di dolce?

A volte questo desiderio diventa proprio un tormento, un’ossessione. Possiamo concederci allora, ma solo di tanto in tanto, qualche crema o dolce realizzati attentamente senza farine di cereali, ma con, ad esempio, farina di mandorle, granella di nocciole, cioccolato fondente al 70% o più, un frutto, olio di cocco e … molta creatività e perizia culinaria.

Quanto si può mangiare in Life 120?

quantità di cibo in life 120

Una regola generale è mangiare in modo equilibrato senza eccessi né restrizioni. L’attenzione alle reazioni del nostro corpo ci aiuta a dosare gli alimenti, a scegliere quelli più giusti in certe nostre situazioni fisiche, evitando abbuffate o privazioni.

Qualora si volesse perdere qualche chilo, bisogna essere più rigorosi, non dolcificare, non consumare frutta che è zuccherina, né dolci (tra quelli permessi), non abbondare con i grassi e con la frutta secca.

Serve però qualche linea guida. 

Scopri anche tu il miglior integratore 100% naturale per perdere peso!

Quante proteine al giorno?

Almeno un grammo per chilo corporeo, fino ad arrivare a due grammi o due grammi e mezzo per chilo corporeo se si pratica attività fisica. Per il calcolo delle proteine, ricordare che ogni alimento ha una sua quota proteica ogni 100 grammi, la restante parte è per lo più acqua e fibre. 

Ad esempio, una persona di 60 kg deve mangiare almeno 3 etti di manzo o di petto di pollo al giorno.

Quante uova?

Le uova sono state a lungo demonizzate per il loro contenuto di colesterolo. Studi recenti hanno invece rivalutato l’alto contenuto di nutrienti delle uova e promosso il loro consumo. Due uova al giorno sono un ottimo e sano alimento.

Quanta verdura?

Anche in abbondanza, cruda o cotta, condita con sale, olio evo o avocado. 

Quanta frutta ?

La frutta, per il suo alto contenuto di zuccheri, va consumata con parsimonia, un frutto al giorno o niente frutta se si vuole perdere peso. 

Ricette Life 120

Queste indicazioni alimentari vanno ora tradotte in menù appetibili e vari. Per molti di noi con poca fantasia e abilità in cucina e nei tempi ridotti delle nostre frenetiche vite quotidiane, combinare il cibo giusto per preparare piatti gustosi e mai monotoni può rappresentare una grossa sfida e un pesante sforzo.

Fortunatamente Panzironi ha saputo cogliere questa esigenza e ha pubblicato il libro “Vivere 120 anni. Le ricette”. Il libro offre ricette da replicare o da cui trarre spunti e suggerimenti per variare le proposte possibili. 

Offerta
Vivere 120 anni. Le ricette
  • Adriano Panzironi
  • Editore: Welcome Time Elevator

Colazione Life 120

Su Salute Segreta è già presente un articolo sulle colazioni Life 120, puoi trovarlo cliccando qui.

Noi italiani abbiamo l’abitudine di consumare una colazione dolce: cappuccino, brioche o biscotti o fette biscottate e marmellata. Ebbene diamo un addio a queste colazioni ! 

Lo stile Life120 prevede una colazione salata.

Ad esempio, si potrebbe scegliere, combinando a piacere, tra due uova, un pò di affettato, poca frutta secca, un frutto. La cottura delle uova dovrebbe essere non aggressiva, per mantenere la ricchezza dei suoi nutrienti, perciò meglio uova alla coque o cotte in camicia piuttosto che crepes o frittate o uova sode.

Spuntini

Gli spuntini vanno evitati, regolandosi meglio sulle quantità di proteine e grassi da consumare ai pasti principali.

Tuttavia, inizialmente, capita facilmente di avere un pò di languore di stomaco negli intervalli tra i pasti. Si può allora consumare del cioccolato fondente al 70% o più, o un pò di affettato, o di ricotta di siero di latte, o un pezzetto di parmigiano, o del cocco. 

Scopri anche tu il miglior integratore 100% naturale per perdere peso!
Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Back to top button