Salute

Emorroidi: cause, sintomi, prevenzione e Cura di questo fastidioso problema

Le emorroidi sono un disturbo molto comune che interessa il canale anale-rettale. Provoca dolore persistente, causa imbarazzo a chi ne è affetto ed interferisce notevolmente con la qualità della vita. Colpisce il 40% della popolazione, senza distinzione tra sessi, anche se ci sono predisposizioni soggettive che contribuiscono a peggiorare la patologia.

Quando si parla di emorroidi – sia esterne e quindi nella zona più alta del retto, sia interne ovvero in quella più bassa –  ci si riferisce a dei piccoli cuscinetti morbidi, molto vascolarizzati, che contribuiscono a mantenere la continenza della persona. Funzionano, per intenderci, come delle piccole spugne che aumentano o diminuiscono di volume a seconda della circostanza e in base al flusso di sangue.

Le cause delle emorroidi

La malattia insorge quando le vene emorroidali, a causa di una cattiva circolazione, si dilatano dando luogo alla formazione di varici causando. Tale processo provoca, di conseguenza, il cedimento della mucosa rettale e il prolasso, ovvero la fuoriuscita delle emorroidi.

emorroidi

Le emorroidi possono essere provocate da una molteplicità di cause. Generalmente alla base ci sono fattori genetici e predisposizioni costituzionali. Concorrono a sviluppare la patologia anche alterazioni dovute a familiarità, abitudini alimentari sbagliate, gravidanza, oltre a disfunzioni intestinali come stitichezza, sforzi fisici intensi, abuso di medicinali, uso eccessivo di lassativi, sedentarietà.

I Sintomi

Prima di affrontare in dettaglio i sintomi che evidenziano la presenza di emorroidi, è bene sottolineare che qualsiasi problema va diagnosticato sempre da uno specialista. Nel caso della patologia che stiamo argomentando, infatti, i sintomi potrebbero essere simili a quelli di dermatiti, tumori, cisti, fistole e pertanto potrebbero trarre in inganno il paziente. Solo un consulto da uno specialista ed eventualmente un esame introspettivo in anoscopia potrà confermare o meno la presenza di emorroidi.

La patologia si accompagna generalmente a prurito, oltre a sanguinamento e dolore durante la defecazione ma anche in presenza di colpi di tosse.
Le emorroidi interne possono prolassare, e quindi fuoriscire, e spingere quelle più esterne che si rigonfiano proprio nella zona dell’ano creando notevoli disagi. Si stima che la maggior parte delle persone colpite da emorroidi ha difficoltà a parlarne persino con il proprio medico.
Talvolta può accadere che subentri una situazione di trombosi, ovvero un coagulo del sangue proprio nella varice infiammata. Questo aumento di volume provoca dolore intenso ed impossibilità a svolgere le normali attività quotidiane.

Negli stadi avanzati, le emorroidi vengono suddivise in quattro gradi di gravità:

  • I grado –  visibili soltanto tramite anoscopia. Presenza di sanguinamento e dolore assente;
  • II grado – emorroidi interne che fuoriescono durante l’evacuazione per poi rientrare spontaneamente. Presenza di sanguinamento:
  • III grado – presenza di prolasso all’esterno accompagnato da dolore intenso;
  • IV grado – grave prolasso all’esterno che impedisce anche di sedersi.

In questo ultimo caso è necessario intervenire tempestivamente con un intervento di emorroidectomia.

Prevenzione e Cura delle emorroidi

cura delle emorroidi

Una buona salute parte sempre da corrette abitudini dietetiche.

E’ fondamentale seguire un regime alimentare che comprenda alimenti sani e di qualità quali frutta, verdura, fibre, olio di extra vergine di oliva ed abbondanti liquidi che aiutano l’intestino a svolgere le sue naturali funzioni fisiologiche. Da non trascurare mai, una regolare attività fisica.

Un regime dietetico altamente consigliato è il Life 120 di Adriano Panzironi.

Inoltre, occuparsi quotidianamente della propria igiene personale è importante non soltanto per prevenire  le emorroidi ma anche infezioni e disturbi dermatologici di qualsiasi natura. E’ di basilare importanza indossare soltanto biancheria intima di cotone o tessuti naturali che lasciano traspirare la pelle. Vanno inoltre utilizzati saponi acidi e mai aggressivi, evitando in particolare l’uso di prodotti con profumazione eccessiva.

In caso di disturbo preesistente e di emorroidi di primo grado, per accelerare la guarigione è consigliabile evitare alimenti irritanti per la mucosa anale come spezie piccanti (zenzero, pepe, peperoncino, wasabi, senape, cipolla, aglio, cioccolato) ed astenersi dal consumo di alcool e fumo.

Localmente, il disturbo può essere facilmente controllato somministrando prodotti topici decongestionanti per alleviare il prurito e contrastare la fuoriuscita di sangue.

Per un beneficio immediato applicare localmente una crema a base di Diosmina, un bioflavonoide glicosidico che svolge diverse funzioni: venotonica, protettiva vascolare, vasocostrittiva.

Una crema idonea e consigliata è la seguente:

Diosmin Expert - Procto Complex - Crema Specifica per il trattamento delle emorroidi con Diosmina, Escina, Centella Asiatica, Iperico, Ippocastano e Burro di Karitè - NO CORTISONE
  • Complesso di principi attivi che aiuta a diminuire la sensazione di prurito e dolore, tipici effetti associati alle emorroidi e ragadi anali
  • Attività emolliente grazie alla presenza di Burro di Karitè

Per accelerare la guarigione da emorroidi è consigliabile associare all’utilizzo della crema il seguente integratore:

Diosmin Expert - Omniven 500 specifico per emorroidi e problemi del microcircolo - Diosmina(450mg),Esperidina(50 mg),Vite Rossa,Rusco,Ippocastano - Notificato al Ministero della Salute Italiano
  • Diosmin Expert Omniven 500 possiede una formulazione innovativa e naturale, grazie alla quale svolge un benefico effetto sulla funzionalità del Microcircolo e contribuisce al miglioramento della...
  • Per chi soffre di insufficienza venosa, disturbi emorroidali e insufficienza del microcircolo delle gambe

Rimedi Naturali

Tra le cure naturali troviamo alcuni utili rimedi fitoterapeutici ad uso topico come la tintura di cipresso o le famose pomate a base di olio di fegato di pescecane. Sono utili ad alleviare e lenire l’infiammazione, e quella di castano che aiuta a contenere il dolore della zona interessata.

Un buon rimedio naturale da usare localmente è rappresentato dal gel di Aloe, oppure dall’olio di Jojoba o il burro di Karité, oppure ancora dall’estratto di Iperico. In alternativa si può optare, sempre per uso topico, per il versatile olio di cocco, reperibile ovunque. Sono tutti prodotti dalle proprietà lenitive, astringenti e disinfettanti che diminuiscono notevolmente l’infiammazione favorendo la vasocostrizione e quindi la diminuzione del volume delle emorroidi.
Oltre agli estratti delle piante, potrebbe risultare un valido aiuto fare uso quotidiano di tisane a base di malva, achillea, ananas, lo stesso cipresso, per aiutare le funzioni intestinali.

E’ bene ricordare inoltre che i farmaci alleviano i sintomi ma non risolvono il problema. A nostro avviso, la miglior cura per ogni patologia resta la cura preventiva, scegliendo un’alimentazione controllata e d intelligente e dedicandosi ad attività fisiche in modo costante.

bonmedico Cuscino Antidecubito, Cuscino a Ciambella Ortopedico, Cuscino per Emorroidi per un Rapido Sollievo dal Dolore, Utilizzabile Come Cuscino per Prostata e Ciambella per Emorroidi – Nero
  • ✔ ALLEVIA IL DOLORE: Il design ergonomico a ciambella di questo cuscino per coccige ortopedico è in grado di donarti immediato sollievo dal dolore nell'area pelvica, alleviando la pressione...
  • ✔ ALTA TECNOLOGIA: La ciambella antidecubito è realizzata con un nucleo di memory foam e uno strato in gel rinfrescante. Grazie alle sue misure ridotte (41 cm x 32.5cm x 6.5cm), la ciambella per...

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker