Salute

Dieta per il Diabete: attenzione agli zuccheri!

Il diabete è una delle patologie croniche più diffuse in Italia. Sono oltre 3 milioni di persone a soffrirne, mentre è accertato che buona parte della popolazione, a causa dello stile di vita moderno e di un’alimentazione standardizzata e industrializzata, rischia di ammalarsi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato infatti che, per il 2030, il numero dei diabetici è destinato a raddoppiare.

La malattia si  caratterizza per una ridotta capacità di sintetizzazione dello zucchero che si trasforma in aumento di glucosio nel sangue, detta iperglicemia. L’organismo infatti non riesce a metabolizzare gli zuccheri dei carboidrati poiché il pancreas non produce abbastanza insulina. Tale patologia tende ad aumentare con l’età. Tra gli anziani ne è affetto una persona su 5, in particolare pazienti di sesso maschile.

In Medicina sono distinte diverse forme di diabete. Quelle più conosciute sono:

  • il diabete insulino-dipendente o di tipo 1  (DMT1) detto anche diabete giovanile, quello più raro;
  • il diabete non insulino-dipendente di tipo 2  (DMT2), detto anche diabete dell’adulto, quello più comune.

Tuttavia, ne esistono altri tipi che non considereremo in questa sede. Va sottolineato comunque un diabete di tipo gestazionale, che viene diagnosticato durante la gravidanza e che di solito torna nella normalità dopo il parto, ma se non controllato può compromettere la salute del feto.

La Prevenzione

dieta diabete

Il diabete di tipo 1 può essere tenuto sotto controllo solo con il trattamento farmacologico, mentre in quello di tipo 2, una dieta bilanciata a base di cibi che aiutano a tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue risulta pressoché fondamentale.

Cause

La patologia nasce da un’interazione di più cause, una delle quali può essere dovuta a fattori genetici o anche ambientali. Da considerare che la malattia insorge soprattutto e in presenza di sovrappeso e obesità, quando l’apporto nutrizionale è sbilanciato e l’alimentazione risulta ridondante di grassi saturi e zuccheri di facile assimilazione, come i carboidrati.

Cura e prevenzione

Il diabete può essere combattuto con la prevenzione e quindi con uno stile di vita sano e un’alimentazione bilanciata e regolare. Ovviamente è dato per scontato che in abbinamento ad una dieta nutrizionale corretta, sia effettuata una regolare attività fisica. Inoltre, una volta diagnosticata la patologia, dovrà essere seguita una terapia farmacologica per tenere sotto controllo la glicemia del sangue.

L’alimentazione

Innanzitutto ricordiamo che una persona affetta da diabete dovrebbe attenersi scrupolosamente a mangiare piccole quantità di cibo. Sovraccaricare l’organismo infatti, aumenta il bisogno di insulina e il lavoro del pancreas. A tavola è necessario attenersi a poche semplici regole:

  • Consumare pasti regolari e completi, a cominciare dalla prima colazione che deve essere abbondante e povera di zuccheri facilmente assimilabili. Ad es.: una tazza di té o latte scremato o latte di soia o uno yogurt, una fetta di pane integrale, un uovo, un frutto di stagione.
  • Va assolutamente ridotto il consumo di zuccheri, in particolar modo quelli assimilabili dai carboidrati, e quindi pasta, patate, pane, riso, pizza, snack etc. No tassativo ai dolciumi e allo zucchero.
  • Possibilmente introdurre più fibre nell’alimentazione per permettere al corpo di svolgere le sue naturali funzioni fisiologiche.

Alimenti vietati

  • Insaccati grassi tipo salame, pancetta, mortadella, cotechino, zampone.
  • Fritti
  • Dolciumi, caramelle, torte, merendine, snack industriali
  • Zucchero raffinato, zucchero di canna, fruttosio. E’ preferibile usare dolcificanti a base di stevia o prodotti senza aspartame
  • Miele
  • Marmellate contenenti zucchero
  • Mostarda di frutta
  • Salse da condimento tipo maionese, ketchup, salsa rosa, caesar.
  • Bevande zuccherate di qualsiasi tipo. Diffidare dei prodotti che contengono la dicitura ‘non zuccherato’. In realtà sono zuccherati con fruttosio o derivati
  • Burro, margarina
  • Alcolici e superalcolici
  • Sale, dadi e glutammato
Diabete mini frigo, l'insulina portatile frigo, incubatori di viaggio, custodia insulina, ricaricabile, temperatura di conservazione di 2-8 ° C
  • Farmaci e insulina frigorifero è stato progettato per fornire un modo conveniente e affidabile per tenere i farmaci (come l'insulina o altri iniettabili e farmaci liquidi) ad una temperatura di...
  • Viaggio spesso espone le medicine a temperature estreme. Quando mantenendo il farmaco in bagagli, treni, aerei, Camere (quando gli ospiti sono fuori delle camere, l'elettricità è spesso spento),...

Alimenti consentiti

  • Frutta (con moderazione! La frutta salutare, ma contiene fruttosio) ad esclusione di fichi, cachi, mandarini, uva
  • Vino rosso con moderazione e non più di mezzo bicchiere a pasto
  • Legumi con moderazione poiché alzano la glicemia. Sono fagioli, ceci, fave, piselli, lenticchie, soia, etc.
  • Patate solo occasionalmente e in bassissima quantità
  • Verdure di ogni tipo preferibilmente crude per mantenere intatte le proprietà, Vitamina A in particolare
  • Pesce almeno tre volte a settimana
  • Pane integrale con moderazione
  • Cereali integrali con moderazione
  • Olio di oliva extravergine o di cocco, a crudo. (Max un cucchiaino a pasto)
  • Parmigiano o Grana padano con moderazione
  • Affettati di bresaola, speck, prosciutto cotto, tacchino.
  • Carne bianca e pollame senza pelle non più di due volte a settimana
  • Yogurt e Kefir
  • Latte solo scremato o latte di soia

Una buona abitudine che vi aiuterebbe a migliorare la vostra qualità della vita, potrebbe essere quella di controllare sistematicamente le etichette dei prodotti che acquistate ogni volta che fate la spesa, e soffermarvi sui valori degli zuccheri e dei grassi, più che delle calorie.

Come già anticipato, uno stile di vita sano è sempre supportato da una costante e quotidiana attività fisica che, oltre a bruciare le calorie in eccesso, vi consente di tonificare il fisico e migliorare la circolazione sanguigna. Non vi chiediamo esercizio fisico intenso: è sufficiente una camminata con andatura moderata ogni giorno, per mezz’ora, possibilmente all’aria aperta.

Vi ricordiamo che il nostro blog non si sostituisce in alcun caso a parere medico. Noi ci limitiamo a dare una prima informazione al lettore, che deve essere seguita necessariamente da un consulto con uno specialista.

Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Back to top button