Diete

Dieta Disintossicante a base di Uva

Quasi tutto pronto per le vacanze… tranne la nostra forma fisica.
La tentazione è quella di correre ai ripari con diete drastiche e poco salutari. In realtà avreste dovuto pensarci già a primavera, optando per una dieta a basso contenuto calorico e un’attività fisica moderata, ma se si tratta di eliminare quei due, tre chili di troppo che ci rovinano decisamente la prova costume ma anche il morale, e se il fine è quello di predisporre il nostro corpo al totale relax vacanziero all’insegna del benessere, ecco che arriva in nostro aiuto una dieta semplice e veloce, ricca di antiossidanti ed eccezionalmente detox, la Dieta dell’Uva.

L’uso dell’uva, quale energizzante e tonificante per l’organismo, si perde nella notte dei tempi. Già in tempi remoti infatti, si faceva ampio uso di questo straordinario frutto dalle innumerevoli proprietà a scopo terapeutico, per migliorare le condizioni dell’organismo. La terapia, meglio conosciuta sotto il nome di ampeloterapia, è fondamentalmente un’alimentazione a base di uva, per restituire vitalità e benessere all’organismo affaticato o sotto stress, per perdere qualche chilo e depurare l’organismo da tutte le tossine accumulate durante la stagione.

Scopri anche tu il miglior integratore 100% naturale per perdere peso!

Proprietà dell’Uva

L’uva è una fantastica alleata dei reni perché aiuta a diminuire i livelli di acido urico. E’ un regime alimentare piacevole da fare durante i mesi più caldi, in particolar modo nella sua stagione, ed ha un effetto dimagrante immediato e soprattutto disintossicante e visibile già dai primi giorni, per tutto l’organismo.

Pulisce, esercita una straordinaria azione drenante e quindi aiuta a sgonfiare ed alleggerire le gambe, e fa perdere in pochi giorni, quei due o tre chili di troppo spuntati proprio alla vigilia della partenza per le vacanze.

L’uva è inoltre un frutto ricco di vitamine e sali minerali come potassio, ferro, fosforo, iodio, magnesio, ed è un frutto antiossidante che aiuta a contrastare la formazione dei radicali liberi. Difatti, l’uva contiene resveratrolo e quercetina che sono quei flavonodi che combattono lo stress ossidativo principale responsabile dell’invecchiamento della nostra pelle, e che migliorano le patologie cutanee come acne e impurità.

E’ un toccasana in caso di stanchezza e affaticamento, aiuta nella digestione migliorando le funzioni del fegato, concilia il sonno, facilita l’evacuazione naturale ed è un valido aiuto per l’ipertensione.

Poiché l’uva contiene elevati dosi di zucchero, una dieta monotematica a base d’uva o un regime alimentare che preveda importanti quantità di questo frutto sono assolutamente controindicati per i diabetici.

Ha un apporto calorico medio, circa 55 calorie ogni 100 grammi, ed essendo costituita da una buona percentuale di acqua, circa l’80%, disintossica l’organismo, favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, migliora la circolazione sanguigna, e lo libera da scorie e tossine. L’uva, inoltre, contiene antociani che hanno proprietà elasticizzanti e migliorano notevolmente il flusso sanguigno.

Scopri anche tu il miglior integratore 100% naturale per perdere peso!

 

Quale uva scegliere

La Natura non sbaglia, i colori più accesi sono sempre quelli più salutari. L’uva migliore per la dieta dei tre giorni è quella nera o rossa, matura e dolce e naturalmente biologica e non trattata.
Va consumata preferibilmente a temperatura ambiente per evitare che perda le sue proprietà nutritive.
Per variare, è consigliabile alternare l’uva nera, con l’uva fragola, l’uva moscato e l’uva regina.
Ricordiamo che la buccia ed i semi d’uva svolgono una leggera funzione lassativa, pertanto è consigliabile, se non si hanno particolari problemi di stitichezza, di masticare l’acino e sputare via buccia e semi.

Il consumo indicato, per chi non ha problemi di glicemia, ovviamente, è di circa due kg di uva al giorno.

Scopri anche tu il miglior integratore 100% naturale per perdere peso!

 

Dieta monotematica sì o no?

Generalmente sconsigliamo vivamente di affidarsi a diete monotematiche, a meno che non siano di durata giornaliera o quel massimo di tre giorni per ottenere la sensazione di sgonfiamento e leggerezza. Un regime alimentare a base di un solo alimento, a lunga durata, rischia di causare seri problemi di salute, pertanto l’uva senza altri alimenti nutritivi può essere consumato soltanto per qualche giorno,  giusto il tempo di liberarsi da scorie e tossine e restituire al corpo un effetto di restore immediato.Si può optare per la detox di 3 giorni alternando i tipi di uva per non annoiarsi, oppure decidere per una sana e più sana dieta equilibrata a lunga durata e a medio contenuto calorico, focalizzata soprattutto a recuperare energie e forma fisica. Una dieta che prevede anche abbondanti porzioni di uva ad ogni pasto, può essere seguita indifferentemente, in base ai propri gusti in fatto di cibo. Per qualsiasi dubbio contattate un nutrizionista.

Se cercate dei consigli immediati e non avete particolari esigenze, per introdurre l’uva detox nella vostra dieta prevedendo prima di tutto un’alimentazione più sana, potete fare riferimento a La Dieta Plank  – ben trattata nel nostro blog, oppure fare uso di pasta Shirataki se siete dei pastaioli incalliti e desiderate riorganizzare anche il vostro metabolismo o ancora, se il vostro obiettivo è bruciare velocemente qualche grasso e dare una sferzata di energia all’organismo prima delle vacanze, potete prendere qualche spunto da questo articolo.

Tutto ciò che dovete fare è inserire –  nel menù già pronto – un grappolo di uva a pasto, ovvero circa 300 grammi, uno per la colazione, uno per il pranzo e uno per la cena, senza comunque dimenticare lo spuntino di metà mattina e la merenda del pomeriggio.

Si può optare anche per un frullato d’uva o una centrifuga di tutta l’uva destinata al consumo in una stessa giornata, e quindi circa 2 Kg di liquidi, per accompagnare i pasti principali o da bere come bibita rinfrescante nelle ore più calde della giornata. Si raccomanda di non superare le dosi consigliate.

Alla domanda se il vino può supplire l’assenza dell’uva, la risposta è no. Non cercate un escamotage. Bevete e mangiate l’uva naturale, non fermentata e non raffreddata. Il vostro organismo vi ringrazierà.

Scopri anche tu il miglior integratore 100% naturale per perdere peso!

 

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker