Dieta depurativa per ripulire l’organismo dalle tossine: menù settimanale

Depurare, detossinare, disintossicare: quante volte abbiamo sentito queste parole applicate al nostro organismo? E c’è un motivo: spesso il nostro corpo accumula scorie e tossine e non riesce a eliminarle tutte.

Ecco perché può essere utile una dieta depurativa: un regime alimentare da seguire per un breve periodo per ripulire il corpo dalle tossine e dalle scorie accumulate.

Scorie e tossine: da dove vengono e cosa causano

alimentazione scorretta

Le scorie e le tossine che intasano il nostro organismo provengono da diverse fonti, sia interne che esterne. A causare gli accumuli di tossine ci sono innanzitutto un’alimentazione scorretta, i vizi come il fumo e l’alcool e l’assunzione prolungata di farmaci e medicinali.

A questi fattori si aggiungono la sedentarietà, lo stress, le preoccupazioni e la qualità dell’aria che respiriamo.

Questi fattori possono riempire il nostro corpo di scorie e tossine, con conseguenze evidenti:

  • pancia gonfia,
  • sensazione di pesantezza,
  • pelle opaca e grassa,
  • dolori addominali,
  • irregolarità intestinale,
  • insonnia,
  • stanchezza,
  • difficoltà di concentrazione.

A cosa serve la dieta depurativa?

alimentazione depurativa

Le tossine generate dall’alimentazione e dallo stile di vita si accumulano nell’organismo. Gli organi deputati a eliminare queste tossine sono il fegato e i reni.

Il fegato in primis risente degli eccessi alimentari, dello stress e dei vizi: quando viene sottoposto a un lavoro extra, tutta l’attività metabolica del corpo tende a rallentare. E, quando il fegato è saturo, le tossine non vengono eliminate correttamente e si accumulano nell’organismo.

La dieta depurativa consente al fegato di “mettersi in pari” con il suo lavoro di smaltimento delle tossine. Questo regime alimentare, infatti, consiste nell’assumere cibi poveri di grassi e di proteine, poco raffinati e facili da digerire: in questo modo, il fegato ha poche sostanze da smaltire e in pochi giorni riesce a depurare il corpo dalle scorie accumulate.

L’alimentazione depurativa va abbinata a tanti liquidi, che stimolano la diuresi e favoriscono così l’eliminazione delle tossine in eccesso attraverso i reni.

I benefici della dieta depurativa

dimagrimento

La dieta depurativa ti permette di ripulire il corpo dalle tossine in eccesso. Grazie a questa dieta:

  • la pancia si sgonfia;
  • non sentirai più le gambe pesanti;
  • la pelle diventa più bella e luminosa;
  • il fegato e i reni saranno alleggeriti e lavoreranno meglio.

Lo scopo della dieta depurativa non è quello di farti perdere peso. Però, andando a tagliare i grassi e il cibo spazzatura e a stimolare l’alleggerimento del corpo, la dieta depurativa potrebbe anche farti perdere qualche chilo di troppo, preparandoti così ad affrontare una dieta dimagrante vera e propria.

Dimagrire e disintossicarsi con la Dieta Depurativa?

Se il tuo obiettivo è di perdere qualche chilo di troppo e di rendere più veloce ed efficace il processo di disintossicazione del corpo aggiungi al piano alimentare depurativo l'assunzione di alga spirulina.

L'integratore Spirulina Fit è 100% naturale a base di alga spirulina: ti aiuterà a perdere peso e disintossicare il tuo organismo.

Quanto dura la dieta depurativa

La dieta depurativa va seguita per un periodo di tempo limitato che va da un minimo di 4 giorni a un massimo di una settimana.

Quando fare la dieta depurativa

Non c’è un momento particolare in cui bisogna depurare l’organismo. Il consiglio è di fare qualche giorno di dieta depurativa:

  • al cambio di stagione;
  • dopo le classiche ricorrenze costellate di abbuffate, come il periodo natalizio o una vacanza;
  • dopo una malattia che ti ha costretto ad assumere farmaci aggressivi per un lungo periodo;
  • dopo un periodo di forte stress emotivo;
  • quando il corpo ti lancia dei segnali d’allarme: ovvero che i sintomi di cui parlavamo qualche paragrafo fa, come stanchezza cronica, gonfiore, insonnia, irregolarità intestinale, pesantezza alle gambe e via dicendo.

Come funziona la dieta depurativa?

cibo consentiti

Le regole di una buona dieta depurativa sono:

  • ridurre l’apporto proteico;
  • ridurre l’apporto di grassi;
  • assumere cibi prevalentemente di origine vegetale;
  • assumere cibi il più possibile naturali, non raffinati e privi di additivi e inquinanti;
  • assumere cibi facilmente digeribili;
  • assumere cibi che supportino il fegato nella sua normale funzione di depurazione del corpo;
  • assumere molti liquidi per stimolare la diuresi.

In questo modo ridurrai il carico di lavoro del fegato, che si occupa di smaltire proteine, grassi e scorie presenti nel cibo, e lo rafforzerai. In più, i liquidi stimoleranno l’eliminazione delle tossine attraverso la diuresi.

Gli alimenti consigliati nella dieta depurativa

Gli alimenti consigliati all’interno della dieta depurativa sono principalmente di origine vegetale: via libera, quindi, a frutta e verdura fresche di stagione.

In particolare, i vegetali migliori per depurare l’organismo sono:

  • gli agrumi, soprattutto il limone che, oltre a contenere importanti quantità  di Vitamina C, ripristina  l'equilibrio alcalino: il succo di limone depura, sgonfia, cura alcune patologie importanti del sistema gastrointestinale, stimola il sistema immunitario, favorisce la digestione e migliora il pH della pelle eliminando l’acidità dall’interno;
  • l’uva, uno straordinario frutto dalle innumerevoli proprietà che restituisce vitalità e benessere all’organismo affaticato o sotto stress;
  • carciofo e cardo mariano, due vegetali che promuovono la funzionalità del fegato stimolando la secrezione di bile;
  • l’ananas, un frutto dalle note proprietà depurative che favorisce la digestione;
  • cetriolo, cocomero, sedano: vegetali ricchi d’acqua che stimolano la diuresi;
  • mela, prugna, cavolo, broccolo, finocchio: frutti e verdure ricchi di fibre che quindi stimolano l’intestino;
  • mirtilli, lamponi, ribes, kiwi, albicocche: frutta con importanti vitamine e nutrienti ma, soprattutto, con antiossidanti contro i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento della pelle.

Assumi questi frutti e queste verdure “al naturale”, preferibilmente crudi affinché mantengano il più possibile tutte le loro proprietà nutritive, o in forma liquida, sotto forma di succhi, spremute e centrifugati rigorosamente non zuccherati.

All’interno della dieta depurativa sono consigliati anche i cereali integrali, ricchi di fibre, e lo yogurt bianco non zuccherato, importante per il ripristino naturale della flora batterica: due alimenti che favoriscono la funzionalità intestinale.

Come fonte proteica “leggera” utilizza i legumi secchi o eventualmente del pesce magro.

Gli unici grassi ammessi sono l’olio d’oliva, da utilizzare rigorosamente a crudo, la frutta secca (noci, nocciole, mandorle, arachidi, anacardi, pistacchi) e i semi oleosi (di chia, di lino, di canapa, di girasole, di sesamo, di papavero): tre importanti fonti di grassi buoni e di omega-3.

Ricorda di bere almeno due litri di liquidi al giorno: non solo acqua, ma anche tè verde e infusi a base di tarassaco, semi di finocchio, anice, tè verde, betulla e menta, che stimolano la diuresi.

Gli alimenti da evitare nella dieta depurativa

La dieta depurativa elimina tutti gli alimenti il cui consumo è da moderare anche nella vita di tutti i giorni:

  • prodotti di origine animale;
  • carni grasse;
  • carni rosse;
  • sale;
  • salumi e insaccati;
  • formaggi stagionati;
  • cibi ricchi di grassi saturi e idrogenati, come burro, margarina, patatine, snack;
  • cibi molto raffinati, come la farina, il riso e lo zucchero bianchi;
  • cibi preconfezionati ricchi di additivi e conservanti;
  • cibi in lattina;
  • cibi fritti;
  • cibi arrostiti o affumicati;
  • dolci industriali;
  • bevande gassate;
  • caffè;
  • alcool.

Come gestire i pasti durante la dieta depurativa

frutta fresca

I pasti durante la dieta depurativa dovrebbero avere le seguenti caratteristiche.

La colazione è costituita per il 50% da frutta e verdura, e per il 50% da cereali integrali, yogurt bianco o frutta secca, accompagnati da un tè o una tisana.

Il pranzo e la cena sono composti almeno dal 60% di verdura, e per il resto da un mix di cereali integrali o tuberi e legumi secchi, conditi con olio a crudo, semi e succo di limone. Se vuoi, puoi completare i pasti con una piccola porzione di pesce al vapore.

Gli spuntini consistono in frutta e verdura, frutta secca e semi oleosi.

Un esempio di dieta depurativa

cibo sano e depurativo

Per fare chiarezza, ecco un esempio di dieta depurativa della durata di 4 giorni.

Quella riportata è solo di un esempio a scopo esplicativo di dieta depurativa: non intendiamo sostituirci in alcun modo a un medico o a un nutrizionista.

Giorno 1
ColazioneTisana + uva + nocciole
SpuntinoMacedonia di frutta di stagione
PranzoRiso integrale con verdure di stagione cotte al vapore, conditi con olio e succo di limone
SpuntinoYogurt bianco + frutti di bosco
CenaMerluzzo e verdure di stagione al vapore, conditi con olio d’oliva e succo di limone, con pane integrale
Giorno 2
ColazioneTè verde + galletta di mais + arancia
SpuntinoCocomero
PranzoLenticchie con spinaci e farro integrale, condite con olio d’oliva
SpuntinoMela + nocciole + infuso ai semi di finocchio
CenaCeci, insalata di finocchi e arancia condita con olio d’oliva, pane integrale
Giorno 3
ColazioneTisana + yogurt bianco + frutti di bosco + mandorle
SpuntinoAlbicocche + tè alla menta
PranzoInsalata mista con lattuga, carota, cipolla, ceci e semi di girasole, condita con olio d’oliva e succo di limone
SpuntinoSedano e carota
CenaNasello condito con olio, prezzemolo e succo di limone e insalata mista
Giorno 4
ColazioneTisana + melone + fiocchi d’avena integrali
SpuntinoYogurt bianco con semi di lino
PranzoMinestrone di verdure di stagione con riso integrale, condito con olio d’oliva
SpuntinoAnanas
CenaFagioli e verdure cotte al vapore, conditi con olio d’oliva

I consigli per depurarsi al meglio

Per affrontare al meglio la dieta e depurare meglio il corpo, ti consigliamo di:

  • smettere di fumare (scopri come smettere di fumare di colpo!);
  • smettere di assumere bevande alcoliche;
  • evitare le fonti di stress, che aumenta i livelli di cortisolo e crea nuovo lavoro per il fegato. Se lo stress ti sembra inevitabile, impara a gestirlo con tecniche di meditazione o esercizi di yoga;
  • fare una leggera attività fisica per stimolare sia il metabolismo che la depurazione attraverso il sudore: mezz’ora di camminata al giorno è più che abbastanza.

Una pratica che può aiutarti nel processo di depurazione è il clistere al caffè, utile per pulire a fondo intestino e fegato.

La dieta depurativa ha controindicazioni?

parere medico

Come già accennato, la dieta depurativa deve durare dai 4 a un massimo di 7 giorni.

Prolungare la dieta depurativa oltre la settimana potrebbe causare carenze nutrizionali.

In ogni caso, una dieta depurativa a breve termine generalmente non crea problemi. È comunque consigliabile, in caso di particolari patologie, rivolgersi ad uno specialista di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Back to top button
error: Il contenuto di questa pagina è protetto.