Home » Salute

Thyrolin, l’integratore per il benessere della tiroide, funziona davvero? Opinioni e recensione del prodotto

thyrolin recensione

La tiroide è una delle ghiandole più importanti del nostro corpo, fondamentale per il corretto equilibrio ormonale.

Il cattivo funzionamento della tiroide è alla base di molti disturbi, ampiamente diffusi in buona parte della popolazione

Attraverso l'assunzione di farmaci possono essere ristabiliti i livelli ormonali fisiologici, ma con effetti di breve durata e a costo di possibili effetti collaterali.

Thyrolin è l'integratore 100% naturale che consente il giusto apporto di nutrienti in grado di supportare la tiroide e di risolvere per sempre il problema senza alcun effetto indesiderato.

Disfunzioni della tiroide: cosa sono e da cosa dipendono?

La tiroide è una ghiandola endocrina, cioè un organo in grado di produrre ormoni, il cui funzionamento è fondamentale per il nostro stato di salute. Gli ormoni prodotti dalla tiroide (T3 e T4) sono indispensabili, perché regolano il metabolismo di base, lo sviluppo delle ossa e del sistema nervoso, i processo anabolici (cioè quelli attraverso cui il corpo produce energia bruciando grasso e carboidrati) e il metabolismo di lipidi, zuccheri e proteine. Un cattivo funzionamento della tiroide è collegato all'insorgere di numerosi disturbi e, se non corretto in tempo, allo sviluppo di importanti malattie.

I sintomi di un insufficiente funzionamento della tiroide sono:

  • stanchezza;
  • freddo;
  • colesterolo alto;
  • sbalzi d'umore;
  • apatia;
  • aumento del peso corporeo indipendentemente dall'alimentazione;
  • ritenzione idrica;
  • faccia gonfia;
  • debolezza muscolare e facile affaticamento;
  • difficoltà di memoria.

Thyrolin: un rimedio naturale per la salute della tiroide

Thyrolin è l'integratore 100% naturale in grado di soddisfare il completo fabbisogno nutritivo per garantire la salute ed il benessere della tiroide

Grazie alla presenza di estratto di fucus, selenium select®, vitamine B6 e B12, zinco, radice di ashwagandha, zenzero e BioPerine® riesce a fornire il nutrimento necessario per le cellule della tiroide e a supportare tutte le funzioni biologiche ad essa correlate.

Un uso costante di Thyrolin nella dieta giornaliera consentirà facilmente di equilibrare la funzione tiroidea, perdere peso, aumentare l'energia e migliorare la concentrazione e la memoria.

Selenio selenium select®

La tiroide contiene più selenio di qualunque altro tessuto dell'organismo e la presenza di questo micronutriente è fondamentale per il suo corretto funzionamento. Il Selenio è contenuto come elemento indispensabile nella composizione di un amminoacido, la selenocisteina, contenuta negli ormoni tiroidei.

Come evidenziato in uno studio pubblicato sul journal of clinical endocrinology and metabolism la mancanza di questo minerale è riconosciuta come direttamente collegata allo sviluppo di malattie tiroidee, specialmente quelle a carico del sistema immunitario. (fonte) Selenium select® è una speciale formulazione di selenio estremamente biodisponibile e la cui sicurezza è provata da studi clinici pubblicati su prestigiose riviste scientifiche, presente esclusivamente nelle capsule di Thyrolin. (fonte)

Perché l'estratto di fucus?

alga fucus ricca di iodio

Fucus è il nome che identifica un gruppo di alghe brune i cui tessuti sono la più elevata fonte di iodio disponibile in natura (fonte). Oltre che essere fondamentale per la funzionalità tiroidea, la mancanza di iodio è stato individuata in un documento dell'Unicef come principale causa di disordini infantili nel mondo. (fonte)

L'integrazione di iodio per via alimentare viene abitualmente  ottenuta mediante consumo di sale iodato. Questo rimedio, però, finisce con l'essere incompatibile con una alimentazione equilibrata in quanto può causare aumento della pressione sanguigna dovuto all'eccessiva assunzione di sale. Utilizzando il fucus come fonte di iodio, Thyrolin conferisce i benefici di questo minerale senza creare scompensi d'altro genere. Il consumo di fucus viene infatti indicato dagli scienziati come la forma migliore di integrazione di iodio possibile. (fonte)

Vitamine

Il contenuto in vitamine del gruppo B (B12 e B6) e dell'acido pantotenico contribuisce a rinforzare il sistema nervoso e a prevenire stress e disordini psicofisici. Sono inoltre d'aiuto al mantenimento del corretto livello dei valori metabolici.

Tutti i benefici del Thyrolin

La assunzione regolare di Thyrolin garantisce:

  • il regolare funzionamento della tiroide;
  • la regolare produzione degli ormoni tiroidei;
  • diminuzione del senso di affaticamento e stanchezza;
  • perdita di peso e senso di sazietà;
  • regolazione della attività ormonale.

Come assumere Thyrolin

Si consiglia di assumere due capsule al giorno, lontano dai pasti, accompagnandole con un bicchiere d'acqua.

I primi effetti saranno visibili già dopo la prima settimana di assunzione.

Il prodotto andrebbe integrato abitualmente nella dieta, in modo da garantire il corretto apporto di tutti i nutrienti essenziali per il benessere e la funzionalità della tiroide.

Ci sono controindicazioni?

Thyrolin è un prodotto naturale, composto da estratti vegetali e sali minerali che aiuta la salute della tiroide senza apportare alcun effetto collaterale indesiderato.

Come acquistare Thyrolin?

Thyrolin è acquistabile direttamente dal sito ufficiale, che ha scelto di non distribuirlo presso rivenditori o attraverso la filiera della grande distribuzione, per evitare sovraccarichi di prezzi ad esclusivo vantaggio degli intermediari.

Acquistando dal produttore, si ha la sicurezza del miglior prezzo sul mercato e della garanzia “soddisfatti o rimborsati”: se il prodotto non soddisfa le aspettative, basta rispedire indietro la confezione per ricevere il rimborso della spesa.

Quanto costa?

Il prezzo di vendita di Thyrolin è di soli 49€, un prezzo conveniente possibile grazie all'assenza di soggetti intermediari.

Per i nostri lettori, però, è riservata una speciale promozione: acquistando tre confezioni, Thyrolin sarà tuo al prezzo incredibile di 24,50 € a confezione.

Le opinioni di chi lo ha provato

benessere e soddisfazione

Prima di scoprire Thyrolin, ero sempre stanca e mi affaticavo immediatamente. Anche andare a fare la spesa era diventato un momento difficile, e spesso rinunciavo ad uscire ordinando la consegna a domicilio. Il sospetto che potesse dipendere dalla tiroide mi è venuto leggendo una rivista dove descrivevano esattamente quello che stavo vivendo. Ho deciso di provare Thyrolin, ed ora sono rinata. Ho riacquistato l'energia e la brillantezza di quando avevo 20 anni e anche a lavoro ho raddoppiato i risultati.

Enza, 43 anni

Nonostante fossi perennemente a dieta, non riuscivo in nessun modo a stabilirmi sul mio peso forma. Andare in palestra era frustrante: più faticavo e mi impegnavo, meno risultati riuscivo ad ottenere. Ero arrivato al punto di credere che non ci fosse nessuna speranza e che avrei dovuto rassegnarmi ad essere per sempre in sovrappeso. Il rischio più grande era il colesterolo, che era perennemente oltre i limiti consigliati. Uso Thyrolin da un anno, e adesso la mia vita è cambiata. La dieta ora fa effetto e in palestra sudo la metà con il doppio del successo. Ho ripreso fiducia in me e ora sono sicuro di poter fare nella vita tutto quello che il mio cuore desidera.

Gaspare, 22 anni

Fattori di rischio e prevenzione dei disturbi tiroidei

studi clinici

Il principale fattore di rischio per lo sviluppo di problemi tiroidei è il mancato apporto di nutrienti essenziali nella dieta.

Anche fattori genetici possono essere predisponenti allo sviluppo di problematiche tiroidee, pertanto in caso di presenza di casi conclamati in famiglia è necessario prestare la massima attenzione alla salute della tiroide.

Per questa ragione, l'adeguata assunzione di nutrienti specifici è la forma di prevenzione più efficace contro l'insorgenza di fenomeni di ipotiroidismo.

Come riportato in questo articolo, pubblicato sul The Lancet Diabet and Endocrinology, è ormai acclarato come l'insufficiente apporto di iodio sia alla base di fenomeni di ipotiroidismo e anche, paradossalmente, di ipertiroidismo momentaneo (nel caso in cui il fabbisogno di iodio venga integrato dopo un lungo periodo di scarso approvvigionamento) negli adulti. Oltre allo iodio, anche il selenio gioca un ruolo chiave nella sintesi degli ormoni e nel funzionamento della tiroide.

A quali pericoli vado incontro se non nutro adeguatamente la tiroide?

Se la tiroide non produce sufficienti ormoni, a lungo andare i sintomi possono peggiorare e il corpo può andare incontro a problemi anche gravi:

  • il gozzo è una manifestazione tipica dell'ipotiroidismo, e consiste nella presenza di un rigonfiamento evidente al di sotto del mento, causato dall'aumento di volume della tiroide stessa.
  • i noduli alla tiroide sono formazioni dure che si sviluppano all'interno della ghiandola e sono molto frequenti, soprattutto nelle donne che hanno superato i 40 anni. Anche se nella maggior parte dei casi sono formazioni benigne, in una piccola percentuale dei soggetti evolvono in neoplasie maligne (tumori).
  • Malattie del sistema immunitario.

Alimenti sconsigliati per chi soffre di ipotiroidismo

soia

Se l'assunzione di selenio, iodio e zonco favorisce il miglioramento della funzinalità tiroidea, esistono alimenti che invece interferiscono con il suo funzionamento. La dieta per il corretto benessere della tiroide, quindi, dovrebbe escludere:

  • soia e derivati;
  • cavoli, broccoli, cavolo rosso, cavoletti di Bruxelles;
  • alimenti fortemente processati (farine raffinate, carni lavorate, dolci industriali).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *