Salute

La Melatonina per regolare il sonno

Lo abbiamo già detto e ripetuto: dormire bene apporta enormi benefici alla salute e migliora decisamente l’umore, a prescindere dallo stile di vita che conduciamo. Il sonno è ristoratore ed è indispensabile per il recupero delle energie psico-fisiche.
Durante il riposo notturno il corpo innesca un meccanismo di disintossicazione, tramite il quale scarica le tossine accumulate durante la giornata. Un buon sonno migliora la qualità della vita, contribuisce all’accelerazione del rinnovamento cellulare, aumenta il collagene nei tessuti rendendo la pelle più giovane, aiuta l’apprendimento e le capacità mnemoniche; un cattivo riposo, al contrario, influisce negativamente sul benessere del nostro organismo poiché altera il rendimento fisico e mentale, debilita lo stato generale del corpo, altera le funzioni fisiologiche dei soggetti interessati.

I motivi per i quali non riusciamo ad avere un buon riposo notturno però, possono essere molteplici.
A volte è colpa dell’ansia e delle apprensioni quotidiane, di uno stile di vita sbagliato, delle famose onde elettromagnetiche alle quali siamo costantemente sottoposti ogni giorno, della luce artificiale che ormai ha invaso le nostre abitazioni, dell’abuso di farmaci, fumo o sostanze tossiche per la salute. Altre volte dormire male è causato dall’utilizzo di un materasso poco consono alla nostra conformazione corporea – come abbiamo ampiamente discusso in questo recente articolo: quale materasso scegliere  –  altre ancora, i disturbi sono dovuti ad un ritmo sonno/veglia sbagliato e all’alterazione delle fasi REM che vanno assolutamente equilibrati per non stressare ulteriormente il fisico.

L’orologio biologico del corpo

melatonina ritmo sonno veglia

Durante la notte il corpo produce un ormone che regola l’orologio biologico favorendo il riposo notturno, detto appunto “ormone del sonno”. Questo ormone, chiamato melatonina, viene secreto dalla ghiandola pineale o epifisi, ovvero da una ghiandola endocrina alla base del cervello, ma anche dall’ipofisi, dalla tiroide e dalle ghiandole surrenali. Quando la retina riceve gli impulsi della luce, l’epifisi riceve l’ordine di secernere la sostanza.

Ogni essere vivente sul pianeta, piante, alghe e batteri compresi, produce melatonina non appena fa buio, in particolare tra le 2 e le 4 del mattino, produzione che inizia a decrescere con le prime luci dell’alba.

Nei neonati la produzione di melatonina è bassa ma aumenta progressivamente con la crescita. La produzione della melatonina può essere facilmente disturbata a causa delle cattive abitudini che abbiamo menzionato nel paragrafo in alto, ma tale carenza può essere compensata attraverso l’assunzione di integratori facilmente sintetizzabili in laboratorio come gocce, compresse e tisane reperibili in farmacia o in erboristeria,  che aiutano a curare efficacemente l’insonnia, ristabilendo il ritmo circadiano grazie ad un sonno indotto in modo assolutamente naturale.

Proprietà curative della Melatonina

La melatonina è da sempre abbinata alla cura dei disturbi del sonno, eppure sono molteplici  i benefici che l’assunzione di tale sostanza apporta al nostro organismo, a cominciare dal ringiovanimento delle cellule. Di seguito ne elenchiamo alcuni tra i più comuni.

  • Allieva i sintomi da jet lag
  • E’ un valido aiuto contro le malattie cardiache
  • Rafforza il sistema immunitario
  • Cura la sindrome della fase del sonno ritardata (DSPS)
  • Aiuta a combattere i disturbi del sonno dei bambini
  • E’ un antiossidante naturale, pertanto combatte l’invecchiamento precoce
  • Può prevenire il morbo di Alzheimer e quello di Parkinson
  • Combatte i disturbi dei ciclo sonno/veglia dei lavoratori notturni
  • Aiuta a mantenere il peso

Dal  2012 la melatonina è stata ufficialmente autorizzata ad essere commercializzata quale farmaco che aiuta a “ridurre gli effetti del jet lag” e “ridurre il tempo necessario per addormentarsi. ” (Reg. n. 432/2012 della Commissione UE).

Come agisce la Melatonina

cibi ricchi di melatonina

La melatonina aiuta a prendere sonno naturalmente e a dormire le famose ed utilissime 6/7 ore a notte, indispensabili per ricaricarsi e dare energia e vigore a tutto il corpo. E’ una sostanza prodotta dall’organismo in modo naturale pertanto ha un effetto blando e più leggero dei sonniferi sintetici, e sicuramente ha meno controindicazioni di quest’ultimi.

Può essere assunta anche attraverso alcuni alimenti come vino, banane, malto, ciliegie, e sotto forma di integratori. La sua produzione è favorita da alcune vitamine come la vitamina B6 e la vitamina B3, ed inibita invece dalla vitamina B12 e dai sonniferi.

Ad oggi non esistono particolari controindicazioni. La normativa vigente tuttavia ha abbassato da 3,5 mg a 0,5/1mg il contenuto massimo di melatonina nei prodotti commercializzati in Italia. Si ricorda comunque che l’uso della sostanza è sempre sconsigliato a bambini sotto i tre anni e alle donne in gravidanza.

Anche se è un farmaco che non necessita prescrizione medica, resta inteso che l’assunzione in soggetti che seguono una qualche terapia farmacologica, soprattutto nei casi di importanti stati depressivi ed antinfiammatori, deve essere sempre vagliata da uno specialista.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker