Diete

Dieta per dimagrire 10 kg in un mese? E’ la Dieta del Super Metabolismo

La dieta per dimagrire 10 kg in 28 giorni o dieta del super metabolismo è stata ideata e descritta da Haylie Pomroy nel suo bestseller “La dieta del supermetabolismo”, acquistabile su Amazon da qui:

Pomroy è la nutrizionista di varie celebrità di Hollywood, come Jennifer Lopez, Robert Downey jr, Cher, e di noti atleti; migliaia sono le persone che con il suo metodo hanno perso i kili in eccesso.

Cos’è la dieta per dimagrire 10 kg?

come funziona la dieta del super metabolismo

La dieta per dimagrire 10 kg sostiene di sfruttare il potere brucia-grassi dei cibi per accelerare il metabolismo e produrre una veloce perdita di peso, ben 10 kg in 4 settimane!

Il metodo prevede una rigorosa rotazione di tre fasi alimentari a settimana. I cibi, al pari di medicine, sono selezionati opportunamente in ciascuna fase, per attivare un metabolismo addormentato e bruciare i grassi in eccesso.

I risultati promessi sono strepitosi, si diventerà più belli, più snelli, più in forma, più sani. Il colesterolo cattivo LDL si abbasserà, diminuirà il tasso glicemico nel sangue, si ridurrà lo stress, si dormirà meglio.

Come funziona la dieta per dimagrire 10 kg?

dieta del supr metabolismo

La dieta per dimagrire 10 Kg è un piano di 28 giorni, con cicli settimanali di tre fasi F1, F2, F3 di alimenti.

L’autrice del metodo afferma che il programma funziona, perché sorprende e sollecita di continuo il metabolismo ad ogni avvio di una nuova fase alimentare.

Nel contempo, migliorano le attività delle ghiandole surrenali, del fegato, della tiroide, si abbassa anche il livello di stress con una minore produzione di cortisolo e dunque un minor accumulo di grassi.

Ogni giorno vanno consumati 5 pasti, tre principali e due spuntini. Non occorre privarsi di alcun cibo, ma ogni alimento deve essere solo tra quelli concessi in ciascuna fase.

Le verdure, di ciascuna fase, possono essere consumate a volontà. I vegetariani e i vegani possono sostituire le proteine animali con quelle vegetali dei legumi e della frutta secca, se questa è permessa nella fase.

Non vanno mai contate le calorie.

Le dosi di ciascun alimento variano a seconda che si debbano calare fino a 10 kg di peso, oppure si debbano perdere più di 10 kg di peso.

Le porzioni non vanno mai ridotte, perché ciò non velocizzerebbe la perdita di peso. Chi deve perdere più chili ha porzioni maggiori rispetto a chi deve perdere minor peso. Le quantità di ogni alimento sono tassative, per cui serve seguire con attenzione le indicazioni.

L’unità di misura degli alimenti è la “cup americana”, puoi acquistarla su Amazon da qui:

Offerta
ipow 2 in1 5 misurini di tazze e 5 misurini cucchiai Cup Misurino Cucchiaio Dosatore in acciaio inox americano con Manici Antiscivolo per cucina cottura per misurare gli ingredienti
  • 【Set di 10】Set misurini cucchiaio Ipow per dosare ingredienti asciutti e liquidi, è uno strumento da cucina essenziale per cottura. 10 diverse misure: 1/8 tazza 30 ml, 1/4 tazza 60 ml, 1/3 tazza...
  • 【Materiale di sicurezza】Manico in silicone coibentato per maggiore sicurezza e resistenza allo scivolamento per una presa facile in mano. Realizzato in robusto acciaio inossidabile contro...

Regole della dieta per dimagrire 10 kg

Il piano richiede il rispetto delle seguenti regole:

  1. Mangiare 5 volte al giorno, senza saltare alcuno dei 5 pasti.
  2. Mangiare ogni 3-4 ore, durante il giorno.
  3. Fare colazione entro 30 minuti dal risveglio.
  4. Seguire il piano per tutti i 28 giorni. Continuare i cicli settimanali, se serve a raggiungere il peso prefissato.
  5. Attenersi esclusivamente agli alimenti consentiti in ciascuna fase.
  6. Non scambiare l’ordine delle fasi.
  7. Bere con regolarità, durante il giorno, 30 ml di acqua per ogni kilogrammo di peso.
  8. Preferire prodotti biologici quando possibile.
  9. Scegliere carni secche o affumicate prive di nitriti e di nitrati.
  10. Eseguire l’attività fisica, indicata per ogni singola fase, almeno 3 volte a settimana.
  11. Sono vietati: frumento e derivati (va bene invece il grano germogliato!), mais, latte e latticini, soia, zucchero raffinato, dolcificanti artificiali, gomme da masticare, caramelle, caffeina (niente caffè!!!), tè, alcol. Come dolcificante è possibile usare la stevia o lo xilitolo di betulla.

Continuare ad evitare mais, soia, zucchero raffinato, dolci confezionati industrialmente e caffeina, anche nel periodo di mantenimento del peso forma raggiunto; qualche eccezione è ammessa in occasione di eventi speciali. Sono permessi caffè d’orzo (in fase 1 e in fase 3) e caffè di cicoria.

Puoi riesaminare le regole, su elencate, guardando il video al seguente link:     https://www.youtube.com/watch?v=7FWWFkrRqUs

Velocizzare la perdita di peso con la Dieta del Supermetabolismo

La Dieta per Perdere 10kg in un mese promette una velocissima perdita di peso, ma se il tu obiettivo è quello di velocizzare la perdita di grasso corporeo puoi farlo utilizzando un integratore agli estratti naturali di Piperina e Curcuma.

Ad oggi questo integratore è l'unico sul mercato che garantisce un'effettivo potenziamento del metabolismo.

L'integratore è composto solo da sostanze naturali ed è prodotto in Italia.

Fasi della dieta per dimagrire 10 kg

perdere peso con la dieta

Le fasi settimanali sono:

Fase 1 di “Rilassamento”: giorni 1 e 2 della settimana

Obiettivo della fase 1 è “calmare le ghiandole surrenali”.

In questa fase occorre consumare cereali integrali, preferibilmente senza glutine, poche proteine, verdure, frutta, nessun grasso (attenzione: niente tuorli!), niente frutta secca. A colazione mangiare cereali integrali e frutta, chi preferisce il latte, può bere latte bio di riso o di avena non zuccherati.

Tra i cereali si può scegliere amaranto, avena, grano saraceno, farro, orzo, quinoa, riso, segale, tapioca, teff, triticale.

L’attività fisica per la fase 1 è di tipo aerobico, ad esempio: camminata veloce, bicicletta, corsa moderata, esercizi sullo step, così da trasformare i carboidrati ingeriti in energia.

Fase 2 di “Sblocco”: giorni 3 e 4 della settimana

La seconda fase F2 mira a smuovere i depositi di grasso e a costruire massa muscolare. Per favorire lo sviluppo muscolare si raccomanda un allenamento con uso di pesi. In fase 2 sono consentite solo proteine magre e verdure non amidacee, no a grassi, no a cereali e a frutta. Tra le verdure sono escluse: zucca, patate, barbabietole, carote, piselli, rape, pomodori. Vietati anche frutta fresca, ogni tipo di latte, animale o vegetale, e i tuorli d’uovo. Gli albumi d’uovo sono invece ammessi.

In entrambe le fasi 1 e 2, usare come condimenti, in sostituzione dei grassi, erbe aromatiche, succo di lime o di limone, aglio e spezie bio.

Fase 3 “Scatenati”: giorni 5, 6, 7 della settimana

La terza fase F3 è quella più attesa, e per la maggiore varietà di cibo disponibile, e perché in questa fase si ottiene la riduzione degli accumuli di grasso!!!

Il piano promette infatti, che in F3 il metabolismo “si scatena” e brucia i grassi. In F3 via libera a grassi sani, come olio di oliva (3 cucchiai per pasto principale), avocado, frutta secca, latte bio di cocco o di mandorle non zuccherati; e poi pochi cereali, poche proteine, uova intere, frutta a basso indice glicemico. I cereali sono vietati a pranzo e sono facoltativi a cena. Sono qui consigliati alimenti stimolanti l’attività tiroidea come alghe, olio di cocco, gamberi, aragoste.

In F3 praticare yoga, pilates, stretching, o ricorrere a rilassanti massaggi!!

Fase 4 di mantenimento

Compiuti i 28 giorni o più di dieta, il peso raggiunto si potrà mantenere, o praticando 4 settimane di dieta ogni 6 mesi, o praticando 1 settimana di dieta al mese.

Esempio di piano alimentare della dieta per dimagrire 10 kg

piano alimentare

Di seguito, nei pasti di ciascuna fase sono proposte più alternative.

FASE 1 (cereali preferibilmente integrali + proteine + verdure + frutta)

Colazione (cereali preferibilmente integrali + frutta):

. frullato di Kiwi con kiwi bio e latte di riso o avena bio non zuccherato

. fiocchi di avena cruda o, cotta in acqua, con un frutto tagliato a pezzetti

. una fetta di pane di cereali consentiti (esempio di farro fatto in casa) e fragole

Spuntino:

. spremuta di arancia senza zucchero

. mele

. kiwi

Pranzo:

. riso selvaggio integrale, petto di pollo alla griglia condito con poca senape, verdure a volontà tra quelle concesse in F1, frutto

. tonno, spinaci e mela

. orata al forno con pomodorini, origano, aglio, sale e pepe e verdure

. gnocchi alla zucca (patate dolci lessate e polpa di zucca asciugate in forno per 20 – 30 minuti a 180 gradi, poi setacciate e mescolate con farina d’avena integrale, un po' di sale e di noce moscata. L’impasto ottenuto si tira in cilindri da tagliare a pezzetti e da ripassare sui rebbi di una forchetta. Cuocere in acqua bollente salata). Condire con una crema di verdure a piacere (ad esempio di pomodoro, o di zucchine, o di melanzane)

Spuntino:

. pere

. arancia

Cena:

. riso integrale, pesce, verdure condite con sale e limone

. polpette di carne (carne, albumi, senape, sale, pepe, succo e scorza grattugiata di limone, cipollotto tritato). Queste polpette sono proponibili in ogni fase, con l’aggiunta di grassi in F3. Accompagnare con rucola, lattuga e finocchio tagliato a fettine, condire con il succo di un limone sbattuto con un cucchiaino di senape. Due fette di ananas.

. piadina d’avena con affettato di tacchino senza nitriti né nitrati e un’insalata condita con aceto balsamico

FASE 2 (proteine + verdure)

Colazione:

. tortino al forno di albumi con peperone e cipollotto o porro tagliati a pezzetti, sale, pepe

. tortino al forno agli asparagi (asparagi bio surgelati, albumi, senape senza zuccheri o grassi aggiunti, sale, pepe)

. insalata di finocchio e cedro a fettine, cipollina fresca a rondelle, condita con sale, pepe, succo di limone e una fetta di tacchino o pollo

Spuntino:

. solo l’albume di un uovo sodo e qualche bastoncino di carota

. fettine di salmone affumicato senza nitriti né nitrati con insalata condita con succo di lime e senape

. una fettina di pollo o di tacchino

Pranzo:

. bresaola con rucola, funghi champignon affettati, sale pepe e tanto limone

. fettina di manzo con verdure

. bocconcini di maiale con verdure

Spuntino:

. fettine di bresaola

. albumi di uova sode (senza tuorlo)

. tonno al naturale con cetriolini

Cena:

. petto di pollo alla griglia (marinato precedentemente con erbe aromatiche e succo di limone) e verdure

. filetto di baccalà cotto a vapore con erbe aromatiche

. tonno e verdure

FASE 3 (pochi cereali preferibilmente integrali + poche proteine + verdure + grassi buoni + frutta poco glicemica)

Colazione:

. frullato di mirtilli con latte bio di mandorla o di cocco senza zucchero, bastoncini di carote fresche, crostini d'avena con burro di mandorle

. pane di grano germogliato tostato, uovo intero, verdure

. pane tostato e margarina o burro di mandorle o burro di arachidi e un pompelmo

Spuntino:

. qualche mandorla o nocciole

. gambi di sedano e maionese

. qualche tartufino preparato con olio di cocco, farina di mandorla, farina di cocco, polvere di pistacchio e cacao crudo (meno del 20% di grassi) tutto pesato in egual misura. Dolcificare, a piacere, con stevia o xilitolo di betulla (di gusto più gradevole)

Pranzo:

. zucchine al pesto (spaghetti di zucchine o zucchine tagliate a julienne scottate velocemente e condite con pesto di basilico, pinoli, mandorle, olio, sale rosa), pollo a pezzetti

. frittata con uova intere, spinaci e noci

. zuppa di ceci e quinoa con noci

Spuntino:

. qualche noce o pochi pistacchi e spicchi di finocchio

. un po' di minestrone

. hummus

Cena:

. pasta di farro e fagioli con broccoli e fette di cavolfiore condite con olio e cotte al forno, maionese fatta in casa

. branzino ai ferri, carote e zucchine con olio di oliva

. lonza di maiale o salmone con patate

Segui in questo video qualche consiglio per cosa mangiare in F3!

Haylie Pomroy ha realizzato anche un ricettario con ben 200 ricette per colazioni, spuntini, pranzi e cene per le tre fasi della dieta. Il libro è, di fatto, un prezioso aiuto per la preparazione di piatti vari, gustosi e veloci. Sono incluse squisite pietanze vegetariane, vegane e senza glutine.

Conclusioni

Questa dieta, al di là della sua efficacia, non è proprio facile da seguire. Le tre fasi della settimana richiedono molta organizzazione:

.. nel considerare la fase del giorno,

.. nel rammentare gli alimenti consentiti nella fase,

.. nel fare la spesa,

.. nel misurare gli ingredienti e preparare i pasti,

.. nel pianificare le uscite a pranzo o a cena con amici o parenti (meglio optare per i giorni della fase 3, quando la varietà dei cibi permessi dà maggiore libertà!),

.. nel praticare il giusto allenamento della giornata.

Tuttavia se questa dieta ti intriga, se pensi che possa essere quella giusta per te, non lasciarti scoraggiare da nessuna difficoltà!

Sicuramente, dopo l’imbarazzo dei primi giorni, anche la gestione quotidiana del metodo diventerà via via più semplice, naturale e magari anche automatica.

Focalizza i tuoi pensieri sull’immagine migliore di te che vuoi diventare, e lavora con impegno giorno dopo giorno per somigliare sempre di più a quella silhouette. Prendi periodicamente le misure delle tue circonferenze vita, addome, braccia, gambe, verifica i progressi in itinere; servirà ad incoraggiarti a proseguire con determinazione e impegno. Il risultato ti ricompenserà di ogni sacrificio che avrai dovuto sostenere lungo il cammino, ti ripagherà per i vari no a leccornie, e a uscite con amici, che avrai dovuto dire. Chissà quanti si gireranno indietro a guardarti con maggiore interesse, vedendoti passare per strada, e quanti altri, conoscendoti da tempo, noteranno compiaciuti o forse con una punta di invidia una te o un te che proprio non si aspettavano, con un aspetto più bello, più sano, più agile!!

Direi che ne vale proprio la pena, tu che ne pensi? Se ci credi, non ti resta che provare!!!!! Faccio il tifo per te!!!!!

Ancora un ultimo, ma fondamentale suggerimento!! Non iniziare alcuna dieta senza il parere del tuo medico di fiducia o di un nutrizionista; i soli in grado di valutare eventuali impatti negativi sul tuo stato di salute. In particolare, i bimbi, le donne in gravidanza e in allattamento non devono mai intraprendere alcuna restrizione calorica.

Un caro saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Back to top button
Close