Vai al contenuto
Home » Salute » Salute Femminile

Vene Varicose in Gravidanza: come Prevenirle e Come curarle al meglio

    Tra i problemi più comuni tra le donne, c'è la comparsa delle vene varicose in gravidanza: pare che circa la metà delle donne incinte per la prima volta tenda a sviluppare le varici, e che questa percentuale salga ancora di più durante le gravidanze successive.

    Oltre a essere antiestetiche e spesso fastidiose, sappiamo bene che le vene varicose possono essere anche pericolose.

    Oggi quindi andremo a capire quali sono le cause delle varici, perché queste tendono a comparire durante la gravidanza, a quali rischi ci espongono e cosa possiamo fare per prevenirle e curarle.

    Continua a leggere per saperne di più!

    Vene varicose: cosa sono e come si formano

    gambe sane

    Le vene varicose sono delle vene perennemente gonfie che sporgono visibilmente dalla pelle.

    Il problema che porta alla loro formazione a livello circolatorio. Quando il sangue, dopo aver irrorato gli arti inferiori, deve risalire al cuore, è costretto a viaggiare in senso contrario rispetto alla forza di gravità.

    Se la circolazione non funziona correttamente a causa di valvole venose malfunzionanti o vasi sanguigni poco elastici, il sangue ha molta difficoltà a tornare in alto e tende ad accumularsi e a ristagnare all'interno della vena, che tende a ingrossarsi e a gonfiarsi fino a sporgere dalla pelle: ecco quindi che compaiono le varici (fonte).

    Perché le vene varicose aumentano durante la gravidanza?

    Durante la gravidanza il corpo della donna subisce un numero incredibile di cambiamenti, alcuni dei quali favoriscono la formazione delle vene varicose:

    • La circolazione sanguigna cambia per accogliere meglio la nuova vita che cresce: per nutrire il feto, infatti, il corpo necessita di una maggiore quantità di sangue, che andrà a irrorare abbondantemente l'utero e la placenta. Quando il corpo non riesce a smaltire correttamente tutto questo sangue, esso va ad accumularsi nelle vene.
    • Un altra causa del ristagno è da cercare nelle dimensioni dell'utero, che aumenta esponenzialmente di peso e volume, e nel cambiamento di postura, che si verifica soprattutto dopo il quinto mese. Entrambi questi fattori causano la compressione di alcuni vasi sanguigni, impedendo così che ci sia una corretta circolazione del sangue.
    • Infine, il progesterone, uno degli ormoni attivi durante la gravidanza, va a ridurre il tono delle pareti dei vasi sanguigni, causandone una dilatazione e un conseguente rallentamento del flusso sanguigno, che favorisce i ristagni.

    Lo stile di vita può favorire la comparsa delle varici in gravidanza?

    donna incinta

    Come sempre lo stile di vita ha un suo peso, anche nell'insorgenza delle vene varicose.

    Il corpo della donna in gravidanza, come abbiamo visto, è portato a sviluppare le varici. A questi fattori “naturali”, spesso, se ne aggiungono altri derivanti dallo stile di vita che possono aggravare il problema, ad esempio:

    • un lavoro che costringe a passare molto tempo in piedi o, al contrario, seduta;
    • l'abitudine di lavarsi con acqua bollente, che favorisce la vasodilatazione;
    • sovrappeso e obesità;
    • il vizio del fumo (scopri come smettere di fumare).

    I rischi: le vene varicose in gravidanza sono pericolose?

    Le vene varicose possono sia causare una serie di sintomi non pericolosi ma molto fastidiosi, che fare da preambolo a patologie ben più gravi e pericolose.

    Tra i sintomi non pericolosi troviamo:

    • gonfiore delle gambe;
    • dolore alla varice;
    • sensazione di prurito e bruciore sulla vena varicosa;
    • crampi notturni.

    Inoltre le vene varicose sono antiestetiche, dunque possono compromettere la tua sicurezza in te stessa.

    Tra i rischi più gravi, invece, ci sono: 

    • ulcere ed emorragie;
    • tromboflebite, cioè un’infiammazione della vena;
    • trombosi venosa, cioè la formazione di un coagulo di sangue che impedisce la circolazione;
    • insufficienza venosa cronica.

    Trombosi e flebite: i rischi in gravidanza

    parere di un medico

    Le vene varicose possono sfociare in complicazioni come:

    • la trombosi, ovvero la presenza di un coagulo di sangue che va a occludere la vena, impedendo il passaggio del sangue;
    • la tromboflebite, cioè l‘infiammazione di una vena causata da un trombo.

    Purtroppo in gravidanza si è già più portate a sviluppare queste complicazioni a causa dei cambiamenti fisici e ormonali a cui il corpo è sottoposto. La presenza di vene varicose va ad aumentare le probabilità che questo accada, soprattutto verso la fine della gravidanza.

    Solitamente all'inizio della gravidanza vengono prescritti svariati esami mirati per capire se c'è il rischio concreto di sviluppare flebiti o trombosi. In ogni caso è bene rivolgersi al proprio medico in caso di dubbi o preoccupazioni, soprattutto se si è in presenza di sintomi come gonfiore e dolore alla gamba.

    Le vene varicose sono pericolose per il bambino?

    No: non ci sono evidenze della pericolosità delel vene varicose per il bambino.

    Cosa succede se avevo già delle varici prima della gravidanza?

    La gravidanza può aggravare le condizioni delle varici per le donne che già ne erano affette prima di rimanere incinte. Il rischio aumenta soprattutto dopo la prima gravidanza, dato che le vene tendono a essere più fragili e più esposte alle infiammaizoni.

    Il rischio maggiore, anche in questo caso, è quello di sviluppare una trombosi o una flebite, che sono pericolose per la salute della mamma e, se arrivano alla fine della gravidanza, possono creare problemi in quanto la madre non sarebbe presente per allattare e gestire il bambino.

    Cosa si può fare per prevenire la comparsa delle varici in gravidanza?

    La prevenzione è importantissima per evitare la formazione delle varici, e andrebbe effettuata già prima di rimanere incinte.

    Ecco alcuni metodi preventivi per alleviare il rischio di formazione delle varici.

    Ridurre lo stress venoso con l'esercizio fisico

    Un buon metodo per prevenire la comparsa delle varici consiste nel fare esercizio fisico, soprattutto se per lavoro passi buona parte della giornata seduta. Ad esempio puoi fare lunghe passeggiate, dedicarti al nuoto, fare yoga specifico per la gravidanza o fare degli esercizi prenatali.

    Integratori per migliorare la circolazione sanguigna

    Un'idea utile per scongiurare la comparsa delle varici in gravidanza è assumere un integratore che vada a promuovere la circolazione sanguigna e a rafforzare i vasi sanguigni.

    Un esempio è Varicorin (recensione completa di Varicorin): un integratore in compresse 100% naturale a base di Escina ricavata dall'Ippocastano, Centella Asiatica, Esperina, Amamelide, Vitamina C ed estratti dalla pianta della Vite.

    L'integratore va a supportare il sistema circolatorio ripristinando la tonicità e l'elasticità dei vasi sanguigni, favorendo così la corretta circolazione del sangue.

    Varicorin va preso due volte al giorno durante i pasti per almeno un mese. Si tratta di un prodotto naturale e non ha controindicazioni, me sei già incinta, chiedi consiglio al tuo medico prima di inziare con l'assunzione.

    Puoi acquistarlo in sicurezza online, sul sito ufficiale, approfittando delle speciali offerte riservate ai nostri lettori.

    Calze elastiche compressive: quali scegliere

    Per prevenire le vene varicose e allo stesso tempo favorire la circolazione sanguigna e linfatica, combattendo così gonfiore, gambe pesanti e ritenzione idrica, è importante utilizzare delle calze elastiche compressive.

    Se non hai varici e hai bisogno di un supporto per favorire l'alleggerimento delle gambe, ti consigliamo Calze Confort (recensione completa delle Calze Confort): delle calze a compressione graduata a gambaletto particolarmente semplici da indossare, in quanto sono dotate di una zip laterale. Inoltre le Calze Confort sono prive di punta, quindi sono più fresche rispetto alle calze elastiche tradizionali. Puoi acquistarle online sul sito ufficiale e approfittare della speciale offerta 2×1, per ricevere due paia di Calze Confort (una nude e una nera) al prezzo di uno.

    Se invece hai già delle varici o sei geneticamente predisposta a svilupparle, potresti avere bisogno di una calza che eserciti una compressione più elevata sulla caviglia. Solitamente vengono consigliate le calze K1 per le pazienti senza vene varicose dal quinto mese in poi e per le pazienti che hanno già delle varici dall'inizio fino al quinto mese. Le pazienti con varici, dopo il quinto mese, dovrebbero passare alle K2, ancora più potenti.

     Pazienti con variciPazienti senza varici
    Calze riposanti o di supporto (come Calze Confort) Dall'inizio al quinto mese
    Calze K1Dall'inizio al quinto meseDal quinto mese alla fine
    Calze K2Dal quinto mese alla fine 

    Il potere dell'acqua fredda

    Infine, l'acqua fredda è uno strumento prezioso per favorire la contrazione delle vene e per promuovere il ritorno del sangue. Può essere utile, dunque, fare pediluvi freddi o bagnare le gambe con acqua fredda durante la doccia.

    Vene varicose in gravidanza: rimedi

    Vediamo quindi alcuni rimedi per alleviare i fastidi delle vene varicose e favorirne lo sgonfiamento.

    Leggi l'elenco dei migliori rimedi contro le vene varicose.

    Crema per le vene varicose in gravidanza: Ultraven

    Un rimedio tanto semplice quanto efficace consiste nell'applicazione di una crema specifica per le vene varicose, da utilizzare mattina e sera per rafforzare i vasi sanguigni e favorire la circolazione.

    La nostra preferita è Ultraven (recensione completa di Ultraven). Si tratta di un prodotto 100% naturale a base di Ippocastano, Arnica, Ginestra, Quercia, Ginseng e Gingko Biloba, che lavorano in sinergia per far rientrare le varici, lenire il dolore, il gonfiore e i fastidi a esse legati, migliorare la circolazione sanguigna e rendere i vasi sanguigni più elastici. A questi ingredienti si aggiunge il Mentolo, che lascia una sensazione di benessere, freschezza e leggerezza sulle gambe.

    Ultraven non ha effetti collaterali e può essere utilizzato da chiunque, salvo da chi è allergico a uno dei componenti della crema. Puoi acquistarla esclusivamente online, sul sito ufficiale, dove potrai usufruire di uno speciale sconto del 50% sul prezzo di listino.

    Vita quotidiana: cosa fare e cosa evitare

    donna in gravidanza

    Come sappiamo, l'impatto dello stile di vita è importante. Per lenire le varici, dunque, puoi:

    • dormire con le gambe alzate, ponendo un cuscino sotto i piedi, per favorire il ritorno sanguigno e la circolazione linfatica;
    • cambiare spesso posizione e alternare i momenti in cui sei seduta a quelli in cui se in piedi;
    • camminare, magari in spiaggia nell'acqua, e se possibile nuotare;
    • non indossare i tacchi alti;
    • bere molta acqua;
    • quando fa molto caldo, fare docce fredde dal ginocchio ai piedi;
    • evitare l'esposizione prolungata al sole e alle alte temperature, in quanto andrebbe a dilatare ulteriormente le vene;
    • indossare le calze elastiche.
    Condividi questo articolo con i tuoi amici!
    nv-author-image

    Deborah Dellucci

    Laureata all'università La Sapienza di Roma nel 1995, dopo anni di lavoro "convenzionale" ho scoperto la fervida e incontenibile passione per la divulgazione online. Scrivo di integratori e pillole per il dimagrimento, di diete, di fitness e rimedi per tonificare il corpo, di salute femminile e salute in generale, di bellezza, nutrizione e benessere a 360 gradi, di utensili per la casa e la cucina. Prendo il mio lavoro molto seriamente, la mia missione è quella di aiutare le persone a vivere al meglio la propria vita. Le informazioni che troverai su questo blog sono tratte da fonti scientifiche selezionate, affidabili e sempre aggiornate. Chi siamo »

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.