Il colore delle feci: cosa significa per la tua salute

Ci sono argomenti di cui spesso non parliamo volentieri, e uno di questi è sicuramente il resoconto dei nostri movimenti intestinali. Eppure non c’è bisogno di essere imbarazzati: se c’è una cosa che ci accomuna davvero tutti indistintamente, è proprio andare in bagno. Sì, avete capito bene: anche top model, calciatori, CEO, attori e attrici vanno in bagno.

Le feci non sono altro che il prodotto di scarto del nostro metabolismo: ciò che rimane degli alimenti ingeriti alla fine del lungo e complicato processo digestivo all’interno del nostro apparato digerente.

Perché è importante osservare il colore delle feci

colore cacca

Le feci sono importanti per capire se all’interno del nostro apparato digerente va tutto bene oppure no: per questo i medici consigliano di ispezionarle sempre per controllare che non ci siano stranezze, soprattutto nel colore.

Il colore delle feci infatti può dipendere da diversi fattori:

  • dall’alimentazione;
  • dall’assunzione di medicinali o integratori, soprattutto se a base di Ferro o Pepto-Bismolo;
  • da altri fattori patologici come malattie del tratto intestinale, infezioni, emorroidi, intolleranze alimentari, sindrome del colon irritabile, soprattutto se il colore anormale è accompagnato da dolori addominali o diarrea.

Nella maggior parte dei casi, una variazione sporadica del colore o della consistenza delle feci è dovuta ai primi due fattori, ed è quindi del tutto naturale.

Prima di allarmarti, quindi, rifletti sempre: magari hai mangiato grandi quantità di qualche tipo particolare di cibo, o ti stai sottoponendo a una terapia farmacologica. Quindi, prima di tutto, ripensa alla tua dieta degli ultimi giorni o controlla il foglietto illustrativo dei farmaci e degli integratori che assumi per capire se il colore anomalo delle feci può essere dovuto a uno di questi due fattori.

Se noti che né l’alimentazione né i medicinali possono aver causato dei cambiamenti nelle tue feci, consulta il tuo medico.

Ma qual è il normale colore delle feci?

medico

Le feci normalmente sono di colore marrone, in tutte le sue tonalità. Questo colore è dovuto ai succhi gastrici metabolizzati, che assumono un colore marroncino.

Feci verdi

Le feci verdastre solitamente non rappresentano un problema: nella maggior parte dei casi dipendono dalla tua alimentazione. Se hai mangiato molte verdure a foglia verde come spinaci, prezzemolo, rucola o bietola, o cibi ricchi di coloranti verdi, probabilmente sono stati loro a dare alle tue feci questo curioso colore.

Oppure può darsi che il cibo sia passato attraverso l’intestino così velocemente che la bile non abbia fatto a tempo a metabolizzarsi: questo può succedere ad esempio quando hai la diarrea.

Se assumi integratori di spirulina le tue feci possono presentarsi verdognole, non c'è da preoccuparsi.

Feci rosse

Anche in questo caso, il colore delle feci può dipendere dall’alimentazione: il rosso può essere indotto da cibi come i frutti di bosco, la barbabietola o i pomodori, mentre una tonalità tendente all’arancione può provenire da zucca, patate dolci, albicocche o carote.

Se però il colore è rosso vivo e se noti del sangue nelle feci, sulle pareti del wc o sulla carta igienica, potresti soffrire di emorroidi o ragadi, o avere un più serio problema di sanguinamento a livello del tratto finale dell’intestino, come ad esempio dei polipi: per questo motivo è bene consultare subito un medico per capire qual è di preciso il problema e prendersene cura.

Feci gialle

Quando le feci sono di colore giallo, significa che contengono molti grassi. Espellere feci di questo colore quindi può essere normale dopo aver consumato cibi particolarmente grassi.

Se però le tue feci continuano a essere gialle per più di due giorni, può significare che pancreas, fegato e intestino non riescano ad assorbire bene alcuni nutrienti, come per l’appunto i grassi, a causa di una qualche patologia, ad esempio la pancreatite.

Le feci gialle, ad esempio, compaiono nei celiaci dopo aver assunto cibi ricchi di glutine. Anche in questo caso dunque è bene consultare un medico per capire qual è il problema.

Le feci possono essere gialle anche a causa della diarrea. Se è questo il tuo caso, puoi stare tranquillo: è del tutto normale.

Feci bianche e molto chiare

Se le feci sono bianche o grigiastre e hanno un aspetto sabbioso, significa che c’è stata un’assenza di bile durante la digestione. Si tratta di un problema serio: per qualche motivo la bile non è arrivata all’intestino, ed è molto importante capire il perché.

Consulta subito il tuo medico: le feci chiare possono essere dovute a calcoli della colecisti o a disfunzioni epatiche anche serie che vanno dalla cirrosi, all’epatite, a un tumore al pancreas o al fegato.

Se le feci sono chiare, lucide e untuose, invece, significa che contengono molto grasso maleassorbito: come per le feci gialle, questo potrebbe essere dovuto alla celiachia, ed è dunque bene farti controllare per capire se sei intollerante al glutine.

Feci nere e molto scure

Il grigio scuro, solitamente, indica una grande presenza di metalli come il ferro, contenuto soprattutto nella carne rossa e nella selvaggina: se ne hai mangiata molta, soprattutto se accompagnata da un buon vino rosso, il colore delle feci probabilmente dipende proprio da questo. Le feci di questo colore possono essere causate anche dall’assunzione di un integratore di ferro o di carbone o da cibi come liquirizia e cioccolato.

Se il colore delle feci è nerastro e catramoso, al loro interno potrebbe esserci del sangue parzialmente digerito: questo può significare un sanguinamento nel tratto digerente superiore, quindi nello stomaco, nell’esofago o nel duodeno. Fallo presente al tuo medico: potresti avere un’ulcera da curare.

In sintesi

carta igienica

Abbiamo pensato di lasciarti una tabella semplice da consultare per capire meglio quando è il caso di preoccuparsi del colore delle feci e quando, invece, si tratta di un cambiamento normale.

ColoreCausa/e possibile/iDevi rivolgerti a un medico?
MarroneLe tue feci sono normaliNo: tutto funziona perfettamente
VerdeAlimenti verdi DiarreaNo: è una variazione normale
Gialla e grassaMalassorbimento dei grassiSì: potrebbe esserci una condizione medica che ti impedisce di assorbire i nutrienti in modo normale (ad esempio la celiachia)
Gialla con diarreaDiarreaNo: è una variazione normale
RossaAlimenti rossi e arancioniNo: è una variazione normale
Rosso brillante con sangueSanguinamento nell’ultimo tratto dell’intestinoSì: potresti avere le emorroidi o una patologia più grave
Grigio scuroCarne rossa, selvaggina e vino rosso o Integratori di ferroNo: è una variazione normale
Nero catramosoSangue parzialmente digeritoSì: potrebbe essere in atto un sanguinamento a livello dell’esofago, dello stomaco o del duodeno (ad esempio a causa di un’ulcera)
Bianco e argillosoAssenza di bile durante la digestioneSì: potrebbe esserci in atto una patologia che impedisce alla bile di arrivare all’intestino (ad esempio dei calcoli alla colecisti o una disfunzione epatica)

Bisogna controllare altro, oltre al colore delle feci?

Oltre a controllare il colore delle feci, ci sono altri fattori che può essere utile osservare per farsi un’idea sullo stato di salute del proprio apparato gastro-intestinale.

La consistenza e la forma delle feci

tabella Bristol consistenza delle feci
Le feci “sane” sono del tipo 3 o 4.

Ad esempio, è importante controllare la consistenza e la forma delle feci.

Idealmente, le feci dovrebbero avere una consistenza morbida, né troppo liquida né dura, e la forma di una salsiccia.

Se le tue feci sono molto dure e a forma di palline o con crepe sulla superficie, probabilmente devi migliorare la tua dieta bevendo più acqua e mangiando più alimenti ricchi di fibre, come frutta, verdura e cereali integrali. Questo tipo di feci è tipico di chi soffre di stitichezza. Se è questo il tuo caso, chiedi consiglio al tuo medico: saprà indicarti un buon integratore alimentare che ti aiuti a regolarizzare l’intestino.

Le feci molli e spappolate sono sinonimo di diarrea, e possono essere provocate da vari fattori:

  • un pasto molto abbondante;
  • l’assunzione di alcuni farmaci;
  • una situazione di ansia e stress;
  • un’intolleranza o un’allergia alimentare, soprattutto se la diarrea si alterna con l’emissione di feci galleggianti e dunque piene di gas;
  • un’infiammazione come la colite;
  • una sindrome o una patologia.

Se non hai mangiato troppo, preso farmaci o vissuto situazioni di stress che possono aver causato la diarrea, consulta il tuo medico per cercare di capire qual è la causa della tua diarrea.

La frequenza

frequenza evacuazione

Anche la frequenza con cui si va di corpo dice molto sulla salute del tuo intestino. L’ideale sarebbe andare in bagno ogni giorno una o due volte.

Se soffri di stitichezza o, al contrario, evacui molto spesso durante la giornata, potrebbe esserci qualcosa che non va nel tuo processo digestivo.

Il muco e i residui di cibo

Trovare qualche traccia di muco nelle feci ogni tanto è normale. Se però noti che ce ne è molto e costantemente, soprattutto se questo muco è associato a diarrea o a feci di colore strano, consulta il tuo medico: potresti aver bisogno di un esame delle feci per capire se soffri di qualche patologia, come la sindrome del colon irritabile, o se c’è un’infezione in corso.

Anche se trovi spesso dei residui di cibo nelle feci, questo significa che c’è qualcosa che non va nel tuo processo digestivo, ed è bene capire di cosa si tratta con l’aiuto del tuo medico.

Quale dottore devo contattare se noto delle anomalie nelle feci?

dottoressa

Se noti delle anomalie nel colore o nella consistenza delle feci, ti consigliamo di contattare il tuo medico di base, che saprà consigliarti lo specialista più adatto al tuo problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Back to top button
error: Il contenuto di questa pagina è protetto.